Di nuovo una ricerca che mette fortemente in dubbio i benefici di un’alimentazione troppo ricca in formaggi e carni. I ricercatori dell’Università della California di San Francisco, diretti da Deborah Sellmeyer, hanno stabilito, con uno studio pubblicato sull’American Journal of Cli­nical Nutrition, che le donne adulte che consumano più proteine animali che ve­getali generalmente corrono maggiori rischi di frattura dell’anca e di indebolimento delle ossa.

 La spiegazione della studiosa è semplice:

“Mangiamo troppa carne, troppo formaggio e troppi pane e pasta. Tutto ciò avvia una acidosi metabolica. In più, si tratta di cibi ricchi di fosforo, che il corpo trasforma in acido fosforico. Negli ultimi quarant’anni abbiamo aumentato del 50% l’assunzione di proteine produttrici di acido. Anche nostri antenati mangiavano una enorme quantità di carne, ma la controbilanciavano con quantità altrettanto grandi di frutta e verdura, che noi in­vece ignoriamo”.

 

In sintesi, dunque, gli alimenti più a rischio per la produzione di acidi (e dunque per la disgregazione del tessuto osseo) sono i formaggi duri, le carni, gli spaghetti, il cioccolato al latte. A far più danni di tutti, da questo punto di vista, sarebbero proprio i formaggi che noi amiamo di più, quelli tradizionali a pasta dura, come parmigiano e grana. Commenta Thomas Remer, dell’Istituto di Ricerca sulla Nutrizione Infantile di Dortmund, che ha seguito l’indagine americana

“C’è un motivo. Si tratta infatti di formaggi per la cui produzione vengono proprio sottratti quei liquidi che contengono le sostanze basiche che, in teoria almeno, contrastano ed equilibrano quelle acide”. In sintesi, dunque, limitiamo quei cibi che producono acidi e che quindi danneggiano il metabolismo osseo. Al contrario,abbondiamo di frutta e verdura in particolare arance, pomodori, spinaci e banane che esercitano una azione efficace contro gli acidi, e dunque “riparano” le  ossa danneggiate.  Quindi importante è avere un’alimentazione equlibrata e non farsi guidare dalla gola ingurgitando quantità di formaggi a pasta dura e magari a fine pasto farsi pure della cioccolata al latte!

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>