Il miglior dimagrante? La tua sensualità

di Siry Commenta

Sotto le rotondità di ogni donna in sovrappeso esiste una carica sensuale che rappresenta un potentissimo elisir bruciagrassi. Se lo risvegli, perdere peso è facile. Dentro ogni donna si nasconde una creatura speciale, dotata di virtù e di capacità uniche e sottovalutate. E le prime a dimenticarlo sono proprio le donne: in effetti, dietro la maggior parte dei casi di sovrappeso femminile c’è l’inconsapevolezza del proprio valore, delle proprie potenzialità, l’invischiamento in ruoli vissuti in maniera costrittiva e totalizzante.

Attingendo al mondo delle fiabe potremmo dire che dentro ogni donna un po’ rotondetta si nasconde una “bella addormenta­ta”, un femminile assopito che aspetta solo di essere risvegliato. E quale momento migliore di questo per farlo? Coltivare la femminilità, risvegliare gli istinti arcaici, innati che esistono in ciascuno di noi è un prezioso sostegno alla volontà di dimagrire… Se si fa leva sulle giuste forze, perdere peso (e riacquistare la propria naturale bellezza) è tutt’altro che difficile, vediamo come fare.

Rinnova la tua biancheria intima: apri il tuo cassetto: il tuo corredo di biancheria intima prevede capi tutti uguali, dello stesso colore, pratici e basici? Se adotti uno stile da educanda, con la scusa della tua taglia abbondante, sappi che così mortifichi un aspetto vitale che esiste anche in te: la sensualità. Acquista un coordinato più sexi: di tulle, di pizzo e magari colorato, qualunque sia la tua taglia.

Scegli d’istinto un nuovo profumo: la primavera è la stagione giusta per cambiare profumo: regalatene uno che ti trasmetta emozioni istintive. Sceglilo da sola, senza cedere ai suggerimenti del commerciante o della moda, impiegandoci tutto il tempo che ci vuole. E poi indossalo, interpretalo come se fosse una seconda pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>