Ritrovare l’equilibrio psico-fisico con l’idrodeambulazione

di Redazione Commenta

L’idroterapia è ancora oggi una delle tecniche maggiormente utilizzate per la cura e il trattamento di numerosi problemi fisici e psicologici. Essa, grazie all’utilizzo consapevole dell’acqua, si è dimostrata particolarmente efficace nel trattamento di stati di stress, problematiche a carico del sistema digestivo, potenziamento delle funzioni del sistema linfatico, regolatore insomma di tutto l’organismo.

Tra le tecniche che fanno parte dell’idroterapia vorremmo presentarvi una tecnica che potete sperimentare anche in casa: l’idrodeambulazione. L’idrodeambulazione, nata moltissimi anni fa, prevedeva il camminare a piedi nudi su un torrente ghiacciato, i più temerari potrebbero seguire la “ricetta originaria”, io preferisco senza dubbio la sua variante che si presenta decisamente più sopportabile e più facile da fare.

Per prepararvi all’idrodeambulazione vi serve soltanto una vasca da bagno che riempirete con acqua molto fredda. Aggiungete nell’acqua fredda molti cubetti di ghiaccio e immergete i piedi, l’acqua dovrà arrivare fino alle caviglie. Iniziate a fare dei piccoli passi e quando vi sarete abituati all’acqua, aggiungetene altra fino ad arrivare ai polpacci. Fatto questo, continuate con i vostri piccoli passi dentro la vasca da bagno.  

I passi che dovrete effettuare dovranno essere come se calpestasse l’acqua. Riguardo ai tempi, la prima volta dovrete stare nell’acqua fredda per circa 30 secondi, dopo uscite e rientrate e cercate di stare per almeno 3 minuti. Trascorso questo tempo aggiungete l’acqua fino ai polpacci e ripetete il ciclo, prima 30 secondi e poi 3 minuti. Terminata questa “camminata” uscite dalla vasca e asciugate piedi, caviglie e polpacci con gesti molto dolci, come ad effettuare dei massaggi.

Dopo esservi asciugate completamente, indossate delle calze precedentemente riscaldate e indossatele. Tenetele fino a quando il calore non avrà scaldato tutte le zone trattate. Si consiglia di mettersi a riposo per almeno 15 minuti e di effettuare questo trattamento alla sera, prima di andare a dormire, sembra infatti particolarmente indicato per favorire il sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>