Disidratazione estiva, ecco i consigli per combatterla

di Daniela 2

In estate, sole battente e caldo sono tra i nostri peggiori nemici, perché possono facilmente provocare un’eccessiva perdita di liquidi e indurre disidratazione. Il riflesso della sete è un segnale che non va mai ignorato, anzi, sarebbe bene anticiparne la comparsa, perché esso non è altro che il segno di un rapporto squilibrato tra l’acqua e i sali minerali del nostro corpo. La precauzione fondamentale è tanto semplice quanto importante: bere spesso scegliendo le bevande adatte.

Acqua e succhi sono i migliori antidoti contro la sete. L’acqua è perfetta per compensare le normali perdite idriche e saline; in questo periodo conviene scegliere quella di tipo “minerale”, con residuo fisso superiore a 500 mg per litro, che è più ricca di sali rispetto alla “oligominerale”. Per gratificare maggiormente il gusto, vanno bene anche i succhi di frutta, meglio se del tipo “100% succo” e senza zuccheri aggiunti, oppure il tè deteinato, preparato in casa con poco zucchero.

Le bibite analcoliche, come aranciate, limonate e cole, contengono molto zucchero e lasciano in bocca un sapore che spinge a bere ancora di più; sullo stesso piano delle bibite si può considerare la maggior parte del tè freddo, di solito molto dolce, venduto in bottiglia.

È importante ricordare che l’acqua non proviene solo dalle bevande; la frutta estiva sembra fatta apposta per venire incontro alle esigenze di questo periodo. Ad esempio, il melone e l’anguria contengono oltre il 90% di acqua e possono essere quasi considerati delle bevande solide. Anche le verdure sono essenziali per combattere la disidratazione. Un esempio per tutti è il classico minestrone che, nella “versione” fredda e passato al passaverdura, è un ottimo piatto anche d’estate.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>