Le diete dimagranti causano irritabilità e stress

di Redazione Commenta

Avete mai fatto caso che quando si è a dieta siamo più stanchi ed irritabili del solito? Se avevate il sospetto che questa suscettibilità non fosse dovuta al tran tran quotidiano ma proprio al fatto di essere a dieta, avevate proprio ragione, e ora la conferma è arrivata anche dalla scienza.

Infatti, secondo i risultati emersi da uno studio condotto dal dottor David Gal della Northwestern University di Chicago e dalla dottoressa Wendy Liu dell’University of California di San Diego, pubblicato sul “Journal of Consumer Research”, seguire un regime alimentare restrittivo rende maggiormente aggressivi ed irritabili e, addirittura, fa diventare inclini a preferire film violenti o messaggi politici dai toni irruenti.

Lo studio si è svolto analizzando i comportamenti di alcuni volontari in relazione ai diversi tipi di cibo; ad esempio, coloro che, come snack spezza-fame preferivano una mela ad una barretta di cioccolato sceglievano poi film d’azione con scene violente; quelli che preferivano uno snack dietetico erano più stressati, o ancora, coloro che sceglievano un buono in un supermercato invece di uno al centro benessere predilivano film che ponevano al centro della trama la lotta al crimine.

Secondo gli esperti, questi comportamenti sarebbero un effetto collaterale della dieta: chi deve esercitare molto autocontrollo sull’alimentazione tende a diventare più suscettibile in altri campi. Ecco come gli autori della ricerca spiegano questo risultato:

Molte ricerche hanno da tempo dimostrato che esercitare l’autocontrollo rende le persone più a rischio di comportamenti aggressivi verso gli altri. È noto infatti che chi è in regime di dieta può essere irritabile e propenso alla rabbia. Abbiamo dunque dimostrato che esercitare l’autocontrollo può condurre a comportamenti aggressivi, anche quando tali comportamenti sono impercettibili.

Proprio a causa di questi risultati gli esperti si augurano che chi organizza campagne contro l’obesità o incita mettersi a dieta si renda conto del carico di aggressività che l’autocontrollo alimentare potrebbe provocare:

Tenendo conto di ciò, le campagne anti-obesità dovrebbero dare importanza anche all’aspetto psicologico, veicolando messaggi positivi e rilassanti.

 

[Fonte]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>