La dieta slow di Paolo Rovatti per rimanere giovani

di Tippi Commenta

 dieta slow Paolo Rovatti rimanere giovani

La corretta alimentazione, l’abbiamo detto tante volte, è fondamentale per mantenersi in salute, ma anche giovani, come sostiene il chirurgo plastico Pier Paolo Rovatti, che ha deciso di affrontare la perdita di peso e l’invecchiamento come 2 facce dello stesso problema. Come? Con la dieta slow, fatta di alimenti cosiddetti anti-age. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Pier Paolo Rovatti ha pubblicato anche un libro, intitolato “La dieta slow-aging”, dove alla diete modaiole, per lo più basate sulla riduzione drastica delle calorie, contrappone un regime alimentare più equilibrato, fondato su una corretta educazione alimentare e sui principi della medicina antiaging, una branca già molto diffusa negli Usa, che si propone di rallentare l’invecchiamento con un approccio preventivo e terapeutico.

L’idea di fondo della dieta slow-aging è quella di preservare il meccanismi che ci mantengono giovani e in salute, contrastando prima di tutto l’azione dei radicali liberi, responsabili di numerosi disturbi e patologie e i picchi di insulina. Inoltre è importante ridurre il consumo di alimenti ricchi di grassi e zuccheri e di alcolici, aumentando quello di cibi antiossidanti. I cardini di questa dieta, infatti, sono:

Indice glicemico: secondo Rovatti è importante conoscere questo valore, poiché indica la velocità con cui un dato alimento libera zuccheri nel sangue. Alcuni cibi hanno un indice glicemico altissimo, mentre altri al contrario basso. Ad esempio, i cereali integrali hanno un indice glicemico più basso rispetto a quelli raffinati. Questo significa che è preferibile scegliere pane e pasta integrale per evitare pericolosi picchi glicemici. Le fonti migliori di glucidi a basso indice glicemico sono verdura e la frutta (tranne banane, fichi, mango, papaya e castagne). Lo zucchero stesso, inoltre, poi si può sostituire con il miele o meglio ancora la stevia, un dolcificante naturale privo di calorie ricavato dalle foglie di una pianta originaria dell’America del sud, indicato persino per i diabetici in quanto non altera il livello di zucchero nel sangue.

Vitamina C: per combattere i radicali liberi la vitamina C è un alleato eccezionale grazie alle sue proprietà antiossidanti. Questa vitamina, detta anche acido ascorbico, è importantissima per la nostra salute. Oltre alla produzione di collagene, che mantiene elastica e tonica la pelle, rafforza il sistema immunitario e aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari. La vitamina C si trova in quantità abbondanti negli alimenti di origine vegetale come peperoni, prezzemolo, kiwi, agrumi, broccoli, cavoletti di Bruxelles, papaya, fragole, ecc. Ci sono, inoltre, altri alimenti che conosciamo poco, ma ricchi di sostanze benefiche come le alghe, un vero concentrato di proteine, aminoacidi, Sali minerali e vitamine preziose.

Cottura dei cibi: saper cuocere è molto importante per conservare i principi nutritivi degli alimenti, come Sali minerali e vitamine, che sono sensibili alle alte temperature e alle cotture troppo prolungate. Ecco, perché è consigliabile la cottura alla griglia o meglio ancora la cottura a vapore, che permette di cuocere gli alimenti grazie al calore dell’acqua in ebollizione a temperature inferiori a 100° C. In questo modo, i nutrienti non si disperdono, e mantengono inalterato il loro sapore. A questo va aggiunto il fatto che la cottura al vapore permette di evitare i condimenti, che in ogni caso, viste le basse temperature, non si cuociono, e quindi rimangono più leggeri e digeribili.

Attività fisica: una dieta sana ed equilibrata va a braccetto con una moderata e costante attività sportiva. Muoversi, infatti, riduce il rischio di infarto, diabete, osteoporosi; contribuisce a regolare il colesterolo, la pressione arteriosa e influisce sul benessere psichico, consentendo di scaricare stress e tensioni. Dedicarsi regolarmente a uno sport almeno 2-3 volte alla settimana fa bene alla salute psico-fisica e chi non ha tempo di andare in palestra, può provare a fare ginnastica in casa o fare 1 passeggiata tutti giorni di almeno 30-40 minuti a passo svelto.

Photo Credit| Thinkstock