Dieta Miracle, funziona davvero?

Spread the love

La dieta miracle è effettivamente miracolosa come qualcuno sembra pensare? Cerchiamo di capirlo insieme, scoprendo quali sono i cibi consentiti o meno e come funziona questo regime alimentare.

Regime alimentare molto restrittivo

La dieta miracle è stata ideata dal dottor Robert Morse, naturopata americano. L’uomo si trova a capo di una delle più grandi organizzazioni americane di tale tipologia. A questo approccio alimentare ha dedicato anche un libro.

Partiamo da un presupposto prima di proseguire: ovviamente i cibi che consumiamo hanno le loro peculiarità e le loro difetti. E a seconda di quanti ne mangiamo possiamo aiutare il nostro organismo a stare meglio o meno. In questo caso quando parliamo di dieta miracle però dobbiamo però comprendere prima di tutto se si adatta a chiunque. E soprattutto capire se il detox offerto sia davvero valido per accelerare il metabolismo ed essere utile per perdere i chili in eccesso.

Questo regime alimentare si basa principalmente su frutta e verdura di stagione e su una buona quantità di cereali. Un ottimo aiuto per il funzionamento dell’intestino con le loro fibre. La loro combinazione nella dieta consentirebbe di drenare i liquidi, combattendo anche la ritenzione idrica che si manifesta nei primi giorni in cui si segue la dieta miracle.

Dieta miracle non consigliata a tutti

La fame viene tenuta a bada attraverso l’utilizzo di tisane specifiche, tra le quali figurano quella alla lavanda, quella al finocchio, quella alla curcuma, quella alla menta, quella alla malva e quella allo zenzero. Non è prevista l’assunzione di proteine di tipo animale. Questo fa della dieta miracle un approccio molto restrittivo che deve essere seguito solo se si è seguiti da un medico. Non è un regime alimentare adatto a chi soffre di diabete, pressione alta o pressione bassa, anziani, bambini donne in gravidanza.

Secondo Morse l’uomo dovrebbe tornare a nutrirsi di frutta, verdura e frutti grassi come faceva quando era primitivo e non conosceva ancora la caccia. Secondo lui l’uomo era infatti frugivero e di conseguenza tornare alle origini dovrebbe poter favorire una migliore salute.

Dove consta il problema principale? Nel fatto che la mancanza di determinati nutrienti fa di questo regime una dieta non equilibrata. E non solo: essendo principalmente una dieta detox, la possibilità di riprendere i chili persi è altissima.

Se si vuole perdere peso è consigliabile affidarsi a un esperto che possa dar vita a un piano alimentare in base alle esigenze patologiche e nutrizionali della persona. Si vuole seguire la dieta miracle? Meglio farlo per pochissimo tempo e dopo averne parlato col proprio medico curante.

Lascia un commento