Dieta macrobiotica, può essere dimagrante?

Spread the love

La dieta macrobiotica più che un vero e proprio regime alimentare viene di solito considerato come uno stile di vita. Uno che punta a raggiungere una forte armonia tra il corpo e la mente. Non a caso la parola è formata dal greco makros, che significa grande e bios che significa vita.

Dieta macrobiotica si basa su equilibrio

Tecnicamente parlando la dieta macrobiotica nasce dalla mente del giapponese Georges Oshawa, pseudonimo di Nyoiti Sakurazwa nei primi del ‘900. E come è facile immaginare si tratta di un approccio all’alimentazione che si ispira al tema orientale dell’armonia tra il corpo e la mente. in base a questo modo di pensare anche i cibi sarebbero divisibili tra quelli legati allo Yin e quelli legati allo Yang. Rispettivamente nel caso specifico tra cibi acidi e cibi alcalini.

Riuscendo a creare un equilibrio tra questi due gruppi si riuscirebbe ad assicurare benessere sia alla mente che al corpo. Gli alimenti vengono visti come dispensatori di energia che deve essere equilibrata. La dieta macrobiotica è caratterizzata soprattutto da alimenti di tipo vegetale, tra i quali i più diffusi sono le alghe, i legumi e i cereali integrali. In questo regime alimentare non sono accettati i cibi lavorati o raffinati.

Viene data preferenza ad alimenti di origine biologica e il pesce prende il posto della carne. Il sale marino naturale viene considerato il condimento principale.

Abbiamo detto che la dieta macrobiotica non accetta i cibi lavorati. Questo significa che oltre alla carne e agli insaccati non vengono inseriti in questo regime alimentare i latticini, lo zucchero bianco, gli alimenti a base di farine raffinate, cioccolata, caffè, dolcificanti e cibi con additivi.

Importante anche come si mangia e cucina

È evidente che uno dei principi fondamentali sia la naturalezza degli ingredienti. A questa si aggiunge il modo in cui si mangia. La masticazione è un passaggio importantissimo e deve essere lenta per dar modo di assimilare i nutrienti nel modo giusto. Altrettanto basilare è la cottura per la quale si preferisce il metodo a vapore.

Negli ultimi anni la dieta macrobiotica è stata in grado di conquistare una certa importanza, anche grazie alle sue similitudini con la dieta mediterranea. Può essere anche considerata una dieta dimagrante, ma deve essere adattata da un nutrizionista alle esigenze della persona al fine di evitare il rischio di carenze.

Il suo recente successo è da addurre al fatto che venga considerata una dieta detox da portare avanti per determinati periodi, al fine di liberarsi dalle tossine. Nel caso la si voglia seguire è importante far sì che sia abbastanza equilibrata rispetto allo stile di vita è alle condizioni patologiche della persona.

Lascia un commento