Dieta della forchetta, cos’è e come funziona

di AnnaMariaCantarella Commenta

Per una volta un regime alimentare che proviene dall’estero viene premiato dalla gran parte degli esperti del settore. Si tratta della dieta della forchetta, “The Fork it! Diet“, un regime alimentare ideato da Ivan Gavriloff e Sophie Troff che aiuta a perdere peso senza grandi sacrifici, senza cambiare troppo le nostre abitudini alimentari e assumendo ad ogni pasto tutti i nutrienti fondamentali.

Ed è proprio perchè si tratta di un regime alimentare semplice e bilanciato che gli esperti sono tutti concordi nel dire che questa dieta può davvero finzionare sia per chi ha pochi chili da perdere, sia per chi vuole dare più regolarità alla propria alimentazione con un regime ipocalorico che non elimina nessun alimento.

Come funziona la dieta della forchetta

Si tratta di mettere in pratica il vecchio adagio che dice: colazione da re, pranzo da principe e cena da povero. Il principio è quindi quello di mangiare molto nella prima fase della giornata – anche alimenti proteici come le uova e il prosciutto, e poi gradualmente ridurre l’apporto calorico fino alla cena, che deve essere il pasto più light della giornata. Fin qui si tratta di seguire i principi della cronodieta.
Ma il nome della dieta ci spiega anche un’altra sua caratteristica fondamentale: in questo regime alimentare, a cena si sono concessi solo alimenti che si possono mangiare con la forchetta, senza l’ausilio di altre posate (nè coltello, nè cucchiai o cucchiaini, e nemmeno le dita), masticando con calma ogni boccone in modo da prestare più attenzione al raggiungimento del senso di sazietà.

> DIMAGRIRE PRIMA DELL’ESTATE, LE DIETE PIU’ EQUILIBRATE

In pratica, a colazione e pranzo sono concesse tutte le posate, a cena invece solo la forchetta. Quindi a colazione si possono mangiare latte, frutta, uova, yogurt, cereali integrali e perfino prosciutto. A pranzo sono altamente consigliate le zuppe e le minestre di cereali e verdure, seguite dalla carne ed è consentito perfino un dessert leggero come un sorbetto, un gelato alla frutta o un budino. Pizza, pasta, panini e patatine fritte sono consentiti, ma vanno consumati con molta moderazione. A cena, invece sono bandite tutte le posate tranne la forchetta, e si può quindi mangiare solo pesce, verdure, legumi, germogli e cous cous.

> DIETA 369 PER SUPERARE LA PROVA COSTUME

Durante la giornata sono concessi anche due spuntini, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio (entro le 17) e si può mangiare frutta, sorbetti alla frutta e perfino un quadretto di cioccolato fondente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>