La dieta del panino per chi pranza in spiaggia

di Sara Mostaccio Commenta

Oggi parliamo della dieta del panino, utile per chi d’estate spesso resta a pranzo in spiaggia, che sia per godersi al massimo le vacanze o per rubare qualche ora di mare anche alle giornate lavorative. Pranzare in spiaggia è sempre piacevole ma non altrettanto spesso è anche amico della linea.

Finiamo per mangiare cibo sbagliato, scelto al bar dello stabilimento. Ecco qualche dritta per non ingrassare, e magari anche perdere qualche chilo, pranzando con un panino al mare. Un panino è una soluzione comoda perché si può preparare a casa scegliendo alimenti sani ma si può acquistare anche sul momento, chiedendo di farcirlo con i cibi giusti. È rapido, economico e pratico da gustare oltre ad essere leggero e appetitoso al tempo stesso. Insomma, un panino è la scelta migliore, purché sia preparato a dovere.

Innanzitutto è importante scegliere il giusto tipo di pane, meglio se integrale e preparato con farine di facile digeribilità, per esempio il kamut. Il pane bianco è più calorico, mentre il meno calorico è quello di segale. Da evitare pane all’olio, al latte e alla soia. Divieto assoluto per quello arricchito con noci, uvetta o olive.

Parliamo ora del condimento: come farcire il panino perché sia adatto ad una dieta? Quello che va certamente evitato è condire con salse troppo grasse o zuccherate, dunque no a maionese e ketchup. Meglio un filo d’olio d’oliva, un po’ di pepe o di origano, del succo di limone e del prezzemolo, secondo i gusti.

Non trascuriamo le proteine che vanno ad equilibrare il contenuto di carboidrati del pane. Scegliete un salume magro come il prosciutto cotto sgrassato o la bresaola, il petto di tacchino al forno o del pollo. Tra i latticini è meglio optare per quelli freschi che sono anche più leggeri e meno calorici: caprino, fiocchi di latte, ricotta spalmabile.

Il panino ideale si completa con delle verdure, purché siano fresche e non sott’olio. Andranno bene foglie di classica insalata, pomodori, carote a listarelle, melanzane o zucchine grigliate e tutto ciò che vi suggeriscono la fantasia e il cassetto delle verdure del vostro frigorifero.

Photo Credits | stevemart / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>