La dieta che protegge la vista

di Redazione

Anche l’alimentazione è importante per la cura degli occhi e per preservare la vista, in particolare una dieta ricca di frutta e verdura, in quanto le vitamine e i gli antiossidanti sono utili per proteggere la retina e il cristallino. Per la scelta di frutta e verdura orientatevi sui prodotti di stagione e non solo per il gusto, ma soprattutto perché nei processi di trattamento potrebbero disperdersi le loro sostanze benefiche.

Via libera alla frutta colorata, in quanto contiene flavonoidi e vitamine, e alle verdure a foglia verde, perché contengono sostanze in gradi di ostacolare l’azione dei radicali liberi e contrastare l’insorgenza di malattie degenerative per gli occhi. Anche gli ortaggi ricchi di carotenoidi sono importanti, in particolare quelli che contengono luteina, ovvero spinaci e cavoli, insalata verde, porri e piselli; la luteina è una sostanza appartenente alla famiglia dei carotenoidi che svolge un’importante azione protettiva per gli occhi e si comporta da filtra contro le radiazioni solari.

Proprio da uno studio condotto dalla Harvard University è emerso che le persone che consumano alimenti ricchi di luteina hanno il 57% in meno di probabilità di sviluppare la degenerazione maculare senile, una patologia particolarmente frequente negli anziani e che può portare alla cecità. Oltre alla luteina, per la vista sono molto utili le vitamine, in particolare la C, contenuta in kiwi e agrumi, e la vitamina E, presente nei cereali e nei legumi.

Ma la dieta che protegge la vista non comprende solo frutta e verdura; tra gli altri elementi benefici per i nostri occhi ci sono le uova, che andrebbero consumate due o tre volte alla settimana, vino rosso e cioccolato fondente in quantità moderate. Da limitare anche le proteine della carne, a favore dei grassi omega 3 e 6 contenuti, tra gli altri, in aringhe e sgombri, e salmone e crostacei che sono ricchi di astaxantina; dopo i cinquant’anni va moderato anche il consumo di zuccheri.

Da eliminare, e non solo perché fanno male alla vista, anche il fumo e i superalcolici; in particolare le sigarette contengono tossine e ossidanti che possono provocare danni alla circolazione sanguigna dei vasi che bagnano la retina.