La dieta ayurvedica

Spread the love

L’ayurveda è una millenaria medicina indiana che regola anche l’alimentazione, prediligendo piatti a base di legumi, conditi con spezie e aromi, e accompagnati da tè e tisane, con il risultato di eliminare in gonfiori e bruciare i cuscinetti di grasso.

Secondo l’ayurveda, i chili di troppo sono dovuti alle tossine accumulate dal cibo non metabolizzato bene oppure digerito male; per migliorare la digestione, e quindi eliminare i chili di troppo, bisogna mangiare piatti caldi e speziati accompagnati da una  bevanda tiepida

I legumi sono molto nutrienti e contengono pochi grassi, ma spesso vengono trascurati dai regimi alimentari perché provocano gas e flatulenze, inconvenienti che, secondo l’ayurveda, si possono eliminare aggiungendo le spezie ai piatti preparati con i legumi.

Vediamo insieme quali sono i legumi preferiti dalla dieta ayurvedica; innanzi tutto i fagioli di soia, originari dell’India, che possiedono un sapore dolce e delicato, e che sono privi di colesterolo e ricchi di proteine. Poi ci sono le lenticchie, che, essendo ricche di ferro, aiutano a contrastare la stanchezza psicofisica e l’anemia; i ceci, che, grazie ai loro oli essenziali, proteggono e nutriscono la pelle. Infine, i piselli possiedono molte vitamine e minerali, sono poveri di grassi e aiutano a ridurre il livello di colesterolo nel sangue.

Esempio di menù della dieta ayurvedica

Appena svegli: una tazza di tè allo zenzero
Colazione: una tazza di tè, uno yogurt biologico con due cucchiai di cereali integrali oppure con 3 datteri e 3 mandorle
Spuntino: un frutto di stagione
Pranzo: zucchine e melanzane saltate in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva, menta, pomodoro e aglio, 80 g. di tofu in padella con erbette, uvetta, zenzero e semi di sesamo.
Merenda: tè kapha e una coppetta di macedonia spolverata con cannella
Cena: un piatto di crema di lenticchie rosse decorticate lessate con alloro e cumino, peperoni al forno con curcurma, origano e zenzero
Dopo cena: una tazza di tè allo zenzero

3 commenti su “La dieta ayurvedica”

  1. Ho alcune domande.
    Chi consiglia questa dieta? Un medico? E come può essere una dieta per tutte le costituzioni? Ogni costituzione dovrebbe prediligere i suoi 3 sapori ed integrare in minor numero gli altri 3, in via generale…
    Tè kapha e una coppetta di macedonia spolverata con cannella???
    Macedonia??? Ma dite sul serio? Qualunque medico che si rispetti sconsiglia di mischiare più di un frutto! E poi il tè…ma quanto tè c’è in questa dieta? L’ayurveda consiglia di non consumare più di una tazza di tè al giorno.
    Perchè è prettamente vegetariana? In ayurveda è previsto anche il consumo di carne e pesce e non predilige solo legumi. Dipende sempre dal contesto e dalla costituzione o dosha!
    Perchè invece di scrivere una dieta non consigliate un libro da leggere?
    Grazie dell’attenzione
    Daniele

    Rispondi

Lascia un commento