La dieta ayurvedica

di Daniela 3

L’ayurveda è una millenaria medicina indiana che regola anche l’alimentazione, prediligendo piatti a base di legumi, conditi con spezie e aromi, e accompagnati da tè e tisane, con il risultato di eliminare in gonfiori e bruciare i cuscinetti di grasso.

Secondo l’ayurveda, i chili di troppo sono dovuti alle tossine accumulate dal cibo non metabolizzato bene oppure digerito male; per migliorare la digestione, e quindi eliminare i chili di troppo, bisogna mangiare piatti caldi e speziati accompagnati da una  bevanda tiepida

I legumi sono molto nutrienti e contengono pochi grassi, ma spesso vengono trascurati dai regimi alimentari perché provocano gas e flatulenze, inconvenienti che, secondo l’ayurveda, si possono eliminare aggiungendo le spezie ai piatti preparati con i legumi.

Vediamo insieme quali sono i legumi preferiti dalla dieta ayurvedica; innanzi tutto i fagioli di soia, originari dell’India, che possiedono un sapore dolce e delicato, e che sono privi di colesterolo e ricchi di proteine. Poi ci sono le lenticchie, che, essendo ricche di ferro, aiutano a contrastare la stanchezza psicofisica e l’anemia; i ceci, che, grazie ai loro oli essenziali, proteggono e nutriscono la pelle. Infine, i piselli possiedono molte vitamine e minerali, sono poveri di grassi e aiutano a ridurre il livello di colesterolo nel sangue.

Esempio di menù della dieta ayurvedica

Appena svegli: una tazza di tè allo zenzero
Colazione: una tazza di tè, uno yogurt biologico con due cucchiai di cereali integrali oppure con 3 datteri e 3 mandorle
Spuntino: un frutto di stagione
Pranzo: zucchine e melanzane saltate in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva, menta, pomodoro e aglio, 80 g. di tofu in padella con erbette, uvetta, zenzero e semi di sesamo.
Merenda: tè kapha e una coppetta di macedonia spolverata con cannella
Cena: un piatto di crema di lenticchie rosse decorticate lessate con alloro e cumino, peperoni al forno con curcurma, origano e zenzero
Dopo cena: una tazza di tè allo zenzero

Commenti (3)

  1. Ho alcune domande.
    Chi consiglia questa dieta? Un medico? E come può essere una dieta per tutte le costituzioni? Ogni costituzione dovrebbe prediligere i suoi 3 sapori ed integrare in minor numero gli altri 3, in via generale…
    Tè kapha e una coppetta di macedonia spolverata con cannella???
    Macedonia??? Ma dite sul serio? Qualunque medico che si rispetti sconsiglia di mischiare più di un frutto! E poi il tè…ma quanto tè c’è in questa dieta? L’ayurveda consiglia di non consumare più di una tazza di tè al giorno.
    Perchè è prettamente vegetariana? In ayurveda è previsto anche il consumo di carne e pesce e non predilige solo legumi. Dipende sempre dal contesto e dalla costituzione o dosha!
    Perchè invece di scrivere una dieta non consigliate un libro da leggere?
    Grazie dell’attenzione
    Daniele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>