Condividere le motivazioni della dieta

di Claudia Commenta

Quante volte ci si ritrova a pensare che perdere peso sia un’impresa impossibile da portare a termine? Rimandiamo costantemente l’inizio della dieta o l’inizio dell’attività fisica raccontandoci mille storie e inventando mille scuse. A volte sembra che l’idea di iniziare la dieta faccia aumentare la fame e ridurre, fino ad azzerarlo, il nostro senso di sazietà. Come superare l’ostacolo dell’inizio della dieta?

I consigli per dimagrire sono infiniti e infiniti, a volte, sono i giorni che ci separano dal raggiungimento del peso forma. Sembra che fissare un giorno di inizio si riveli ancora più dannoso perchè i giorni, che precedono il fatidico giorno, si caratterizzano per mega abbuffate compulsive che possano togliere tutti gli sfizi passati, presenti e futuri. Per prima cosa direi di elimare la programmazione di inizio dieta, forse è meglio iniziare da una programmazione ben diversa.

Possiamo dapprima iniziare con una dieta depurativa e solo in un secondo momento iniziare una dieta dimagrante. Possiamo chiederci “Quanti chili voglio perdere?”, questa domanda le più temerarie potrebbero porgerla ad un amico, amica o al proprio partner “Quanti chili, secondo te, mi farebbero stare più in forma?”. Il mondo maschile sembra aver sviluppato un’elevata ansia legata a questa domanda perchè in genere noi donne non vogliamo sentirci rispondere “secondo me…dovresti perdere...” Apriti cielo! Nemmeno se dicessero 100 grammi riusciremmo a perdonarli!

Eppure sappiamo, se ci poniamo questa domanda, che dovremmo perdere qualche chilo ma chissà per quale motivo (tutto al femminile) nessuno, almeno in questo caso, deve darci ragione! E’ l’unica occasione in cui la donna non vuole che le si dia ragione! Direi quindi che, prima di iniziare, dovremmo condividere questo desiderio, abbassando un pò le difese, perchè questo potrà certamente aiutarci nel prosieguo della dieta ad avere vicino persone che ci diano dei feedback sul percorso di dimagrimento che stiamo affrontando.

Osservatori esterni possono aiutare a monitorare la dieta, possono farci notare se tendiamo a fare una dieta yo-yo o se tendiamo ad oscillare tra digiuni ed esagerazioni, tutti comportamenti che a lungo andare possono danneggiare la nostra salute. Per concludere, non facciamo diventare la perdita di peso una battaglia contro noi stesse, affidiamoci con serenità a chi ci sta vicino, condividere le motivazioni della dieta quando si intende mettersi a dieta può essere molto più efficace del vivere in solitudine questa decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>