Cenone dell’Immacolata light, menù per tenere a bada le calorie

di Tippi Commenta

La festa dell’Immacolata fa senza dubbio da “apripista” alle tante delizie per il palato tipiche del periodo natalizio. Chi è a corto di idee, ma desidera preparare un menù gustoso per realizzare un cenone dell’Immacolata light, è arrivato sicuramente nel posto giusto!

Bisogna ammetterlo, resistere alle tentazioni culinarie di questo periodo, non è certamente un’impresa facile, tuttavia, evitare di “sgarrare” è molto importante, soprattutto per chi sta seguendo una dieta dimagrante e non vanificare gli sforzi compiuti per perdere i chili di troppo. Una delle prime cose che si impara, quando si inizia a seguire un regime alimentare ipocalorico, è che la parola “dieta” non fa rima con fame. Mangiare di meno e meglio, non deve essere un sacrificio, ma una sana abitudine da acquisire e da custodire gelosamente. Chiaramente, qualche strappo alla regola è sempre concesso, non è mica una dittatura!

Pranzo dell’Immacolata light

Menù per 4 persone

Antipasto

  • Verdure miste saltate in padella

Ingredienti

  • 2 melanzane
  • 250 g di patate
  • 2 peperoni
  • 250 g di pomodori
  • 2 zucchine
  • 2 spicchi d’aglio
  • un pizzico di origano
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Pulite e lavate le verdure. Affettate le melanzane, le patate e le zucchine. Tagliate a listarelle i peperoni e tagliate a pezzetti il pomodoro. In una padella, con 2 cucchiai di olio, friggete insieme melanzane, patate e peperoni. Aggiungete infine le zucchine, i pomodori e l’aglio tritato. Salate, pepate, spolverate con l’origano e portate a cottura. Servite caldo.

Le verdure miste, sono un piatto estremamente leggero, ma ricco di vitamine preziose in grado di proteggere le cellule dell’organismo dall’attacco dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce e di svariate patologie.

Primo piatto

  • Farro con funghi champignon, speck e rucola

Ingredienti

  • 50 g di farro a cottura rapida
  • 350 g di funghi champignon
  • 150 g di pancetta tagliata a striscioline
  • 1 ciuffetto di rucola
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extra vergine di oliva
  • sale e pepe

Preparazione

Fate cuocere il farro in abbondante acqua salata. Tagliate gli champignon e lasciateli cuocere in padella con 2 cucchiai di olio, aglio e un pizzico di sale finché il liquido dei funghi non sarà evaporato. In una padella a parte, fate cuocere la pancetta con un filo d’olio finché non sarà diventata croccante. Infine lavate la rucola ed unitela agli altri ingredienti in un’insalatiera aggiungendo una spolverata di pepe.

Il farro, oltre ad essere il cereale con il minor apporto calorico in assoluto, è povero di grassi, ma ricco di fibre solubili e non, vitamine e preziosi sali minerali. Ha un buon potere saziante grazie all’alto contenuto di proteine, favorisce la coagulazione del sangue e stimola il sistema immunitario. I funghi champignon sono ricchissimi di proteine, vitamine, sali minerali e hanno per contro, pochi grassi. Inoltre, contengono enzimi come il chitosano che inibisce in modo naturale l’assorbimento intestinale dei grassi in eccesso, favorendo il controllo del peso.

Secondo piatto

  • Zucchine farcite al tofu

Ingredienti

  • 5 zucchine medie
  • 300gr di tofu
  • capperi
  • aglio
  • prezzemolo
  • erba cipollina
  • olio extra vergine di oliva
  • pepe
  • pangrattato

Preparazione

Per prima cosa sbollentare il tofu per 10 minuti, poi sbriciolatelo con una forchetta o se preferite potete metterlo nel tritatutto. Dividete le zucchine a metà, scavate l’interno che non va buttato, ma frullato con il prezzemolo, l’aglio e capperi. Aggiungete un pizzico di sale e pepe con un filo d’olio. Farcite le zucchine e mettete in forno per una mezz’ora abbondante. Devono essere belle dorate.

Le zucchine sono una buona fonte di potassio e di vitamina E, che ci aiuta contrastare l’invecchiamento precoce, inoltre, sono ricche di luteina e zeaxantina (due carotenoidi), di vitamina C e di acido folico. Questi ortaggi hanno un’azione diuretica e disintossicante e sono ottime anche crude. Il tofu o il formaggio di soia, è un’alternativa proteica molto valida. E’ altresì ricco di calcio e di minerali, soprattutto potassio, ferro e fosforo, inoltre, ha un basso indice calorico e contiene pochi grassi.

Dessert

  • Torta di carote e mandorle

Ingredienti

  • 60 g di carote
  • 50 g di farina
  • 50 g di mandorle pelate
  • 25 g di zucchero
  • 1 uovo
  • 125 ml di latte
  • 15 g di burro
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di sale

Preparazione

Tritare finemente le mandorle. Lavate asciugate e grattugiate le carote e versatele in una ciotola. Preriscaldate il forno a 180 gradi. Mescolate il burro con lo zucchero a mano o con una frusta elettrica. Aggiungete l’uovo, le mandorle, la farina, il lievito, le carote, il latte e un pizzico di sale, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Versate l’impasto in una teglia imburrata e infarinata e fate cuocere in forno a 180° per 30 minuti. Una volta pronta la torta, spolverate con lo zucchero a velo.

Dal punto di vista nutrizionale, le carote assicurano un buon apporto di carotenoidi, importanti precursori della vitamina A, in grado di proteggere l’organismo dall’azione dei radicali liberi. Le mandorle, facendo parte della frutta secca oleosa, sono ricche di acidi grassi omega 3 e omega 6, che aiutano a tenere bassi i livelli di colesterolo.

Photo Credit|ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>