Body Mind: quando il benessere passa per il corpo e per la mente

di Daniela Commenta

Settembre è il mese nel quale riprendono tutte le attività: da quelle lavorative a quelle riguardanti il tempo libero; fra quest’ultime c’è naturalmente la palestra: ogni anno i centri fitness vengono presi d’assalto con il proposito di “fare sul serio”, ovvero di fare un’attività fisica costante per buttare giù qualche chilo oppure sconfiggere gli odiati cuscinetti.

Ogni anno, quindi, le palestre propongono nuovi corsi o programmi di allenamento da affiancare alle classiche attività come aerobica, tapis roulant, spinning; anche il mondo del fitness, come quello della moda e del tempo libero si evolve e le nuove tendenze in materia di sport e allenamento sono tante.

Quest’anno la nuova tendenza nel mondo del fitness si chiama Body Mind, ed è un insieme di discipline che più che ad un allenamento nel senso classico del termine, mirano a proporre delle  tecniche di rilassamento per migliorare il proprio benessere psicofisico.

Prendendo le mosse dallo yoga, disciplina ormai molto diffusa, il Body Mind si basa su una serie di esercizi a corpo libero e ad una corretta respirazione, il tutto volto a ridurre lo stress psicofisico e gli stati ansiosi, oltre a rendere il corpo più armonioso, flessibile e con una migliore postura.

Che cos’è il Body Mind?

Il mercato del fitness, appunto, è in continua evoluzione e come ogni altro mercato deve tener conto delle esigenze dei consumatori, i quali pare che si allontanino sempre di più dalle classiche attività “brucia-grassi” a favore di un allenamento più soft in grado di prediligere il benessere psicofisico. La traduzione letterale del termine “Body Mind” è “Corpo – Mente” proprio per indicare i due ambiti nei quali spazia questa disciplina.

La commissione IDEA, l’associazione americana della salute e del fitness, definisce il Body Mind come “esercizio fisico eseguito con un focus profondamente interiore”, ovvero uno specifico allenamento fisico eseguito con una corretta respirazione in modo da prendere coscienza del proprio corpo.

Come funziona il Body Mind?

Il Body Mind si basa su cinque punti fondamentali:

– la componente introspettiva incentrata sul processo e non sull’obiettivo da raggiungere;
– la fusione tra il movimento muscolare e la sensazione data da esso;
– l’importanza di una corretta respirazione;
– l’allenamento del corpo con movimenti mirati;
– i movimenti vengono accompagnati e aiutati da musica, aromi e colori.

Il Body Mind, quindi, a differenza degli allenamenti fitness tradizionali, è incentrato sul movimento in divenire e non sul calcolo delle calorie bruciate o del battito cardiaco, pertanto può essere praticato anche da chi ha sempre visto la palestra solo come un luogo per farsi i muscoli o per dimagrire.

Alla classe del Body Mind appartengono tutte quelle discipline come lo Yoga, il Pilates, lo stretching e tutte le loro varianti e commistioni come lo Yogilates, cioè tutte quelle che hanno come obiettivo il benessere psicofisico e non l’allenamento intensivo.

Quali sono i benefici del Body Mind?

Un tipo allenamento come il Body Mind, incentrato quindi  su movimenti a corpo libero e a tecniche di respirazione, presenta diversi vantaggi a livello fisico e mentale: è risaputo, infatti, che una costante e leggera attività fisica associata ad una dieta sana ed equilibrata vi aiuterà ad avere un corpo più tonico e forte, con muscoli e articolazioni più robuste, oltre che ad una postura e un equilibrio migliori; da considerare anche che con la maggiore flessibilità del corpo, se ne andranno anche le tensioni muscolari causate da posture scorrette.

A livello mentale otterrete dei benefici in termini di riduzione dello stress, sarete più rilassati, avrete una maggiore consapevolezza di sé e anche l’autostima migliorerà; inoltre percepirete anche un aumento del tono dell’umore, grazie alla produzione di endorfine e di serotonina, sostanze naturalmente stimolate dall’esercizio fisico.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>