Le alghe anti-cellulite

di Silvana Commenta

Le alghe marine, oltre a rappresentare un alimento sano e genuino, vengono impiegate con successo nel trattamento degli inestetismi della cellulite; questo perchè in virtù delle sostanze in esse contenute, primo fra tutte lo iodio, sono in grado di accelerare il metabolismo e favorire lo smaltimento di liquidi in eccesso e tossine, riattivando allo stesso tempo la circolazione periferica.

L’algoterapia per il trattamento della cellulite si avvale una moltitudine di prodotti cosmetici il più noto dei quali è senza dubbio quello a base di fanghi d’alga, preparati nei quali oltre a sostanze argillose e silicee si trovano composti di alghe brune. Facilmente reperibili in commercio i fanghi d’alga possono essere usati anche a casa ma presentano l’inconveniente di dover essere tenuti in posa per almeno 45 minuti.

Più pratico invece il fangocrema che si applica come una normale crema sulle parti da trattare le quali andranno poi semplicemente massaggiate fino a completo assorbimento del prodotto. In entrambi i casi si avvertirà, entro pochi minuti dall’applicazione, un pizzicore e la parte apparirà arrossata al termine del trattamento; è questo il segno che “qualcosa si muove” e il leggero fastidio che può derivarne andrà via nel giro di mezz’ora.

In alternativa è possibile ricorrere agli integratori alimentari a base di alga laminaria, da assumere però rigorosamente nell’ambito di una dieta ipocalorica e sotto controllo medico. I prodotti a base di alga sono infatti fortemente sconsigliati a chi è affetto da disturbi della tiroide e durante la gravidanza e l’allattamento.