Altri aspetti della talassoterapia: le alghe e la sabbia

di Daniela Commenta

Qualche giorno fa, a proposito della talassoterapia, vi abbiamo presentato le proprietà benefiche dell’ acqua marina nei trattamenti contro la cellulite; l’acqua salina non è il solo “regalo” che ci fa il mare per la cura del nostro corpo: ci sono anche le alghe e la sabbia.

Gli estratti di alghe, grazie alla capacità che hanno questi vegetali di trattenere acqua al loro interno, svolgono un’azione idratante ed emolliente intensiva; sono quindi indicate per combattere l’aridità della pelle. La presenza di sali minerali e di vitamine ha un effetto disintossicante, anti age e rivitalizzante sulla pelle e contrasta l’azione dei radicali liberi, per questo vengono utilizzate nelle formule di creme anti-età per il viso.

In particolare le alghe blu favoriscono la sintesi del collagene dando più compattezza alla cute preservandola dall’invecchiamento precoce, le alghe rosse hanno un’attività stimolante sulla circolazione, quelle verdi tonificano, quelle brune sono ricche di iodio e contrastano la cellulite e aiutano a ridurre i cuscinetti adiposi localizzati su fianchi, cosce e glutei.

La sabbia marina può avere vari aspetti: dorata, ambrata, fine o granulosa, e questo perché deriva dalla disgregazione di rocce di tipo diverso sotto l’azione dell’acqua e degli altri agenti atmosferici; è un elemento che si è formato nei secoli con caratteristiche particolari, come quella di trattenere il calore.

La sabbia più fine mescolata con elementi marini può essere usata per uno scrub tutto naturale: strofinata su tutto il corpo con un delicato massaggio porta via le cellule morte dando luce e vitalità alla pelle.

Un altro trattamento antico ma sempre molto utile è la psammoterapia, ovvero le classiche sabbiature; la sabbia è un elemento talmente particolare che riesce a cedere calore senza scottare la pelle. Durante il trattamento, la persona viene ricoperta con un sottile strato di sabbia per 20 minuti, durante i quali la pelle assorbirà i sali minerali e gli altri elementi contenuti in essa. I bagni di sabbia sono consigliati soprattutto a chi soffre di disturbi scheletrici e muscolari, fra cui artrosi e reumatismi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>