Ricetta anticellulite: crema fredda di zucchine

La crema fredda di zucchine è una ricetta molto gustosa, ideale per chi sta seguendo una dieta dimagrante. Questo primo piatto, infatti, ha un modesto apporto calorico, (180 calorie a porzione), e aiuta a combattere la regina degli inestetismi… la cellulite. La crema di zucchine si può gustare sia fredda, che calda, e si può accompagnare con dei crostini di pane dorati nel forno.

Le zucchine, sono una buona fonte di vitamine E, C e B9 (acido folico), di antiossidanti quali luteina e zeaxantina. Sono ricche anche di sali minerali come il calcio, il potassio, il sodio e il fosforo. Inoltre, le zucchine hanno un’azione blandamente lassativa, ma sono apprezzate soprattutto per le loro proprietà diuretiche e depurative. Sono alimenti particolarmente indicati, perciò, nelle diete ipocaloriche, ma anche per i soggetti diabetici. Sono composte, infatti, principalmente da acqua (94% del peso).

Colesterolo: un aiuto dal carciofo

Il carciofo è un prezioso alleato della salute, combatte il colesterolo e aiuta a prevenire infarto e ictus, rigenerando il fegato. I carciofi, infatti, sono tra gli alimenti più efficaci per disintossicare l’organismo, grazie alle loro proprietà depurative, diuretiche e anti-colesterolo.

Uno studio condotto recentemente, inoltre, ha dimostrato come il carciofo, oltre a ridurre il colesterolo e la sintesi degli acidi grassi da parte delle cellule del fegato, è in grado anche di trasformare il colesterolo circolante in acidi biliari, che poi vengono eliminati dall’organismo. E’ stato esaminato un gruppo di persone che hanno assunto 2 grammi di estratto secco di carciofi titolato in acido caffeilchinico, ed è emerso come i livelli di colesterolo cattivo fossero diminuiti del 18,5%.

Sciroppo d’acero, per il pieno di antiossidanti

Lo sciroppo d’acero, il dolcificante naturale di origine canadese, non è solo un perfetto sostituto dello zucchero, ma soprattutto un alleato al servizio del nostro benessere. Infatti, secondo uno studio americano condotto di recente ad opera della University of Rhode Island, lo sciroppo d’acero è ricco di preziosi antiossidanti.

Questo dolcificante naturale a basso contenuto calorico, (250 per ogni 100 grammi), e ricco di ferro, calcio e vitamina B, inoltre, svolge un’azione diuretica e snellente, e aiuta a combattere la stitichezza. E’ indicato anche in caso di colite spastica e di gastrite, grazie alle sue virtù emollienti.

Songino: calorie e proprietà

 La Valerianella Olitoria è il nome scientifico di una verdura dalle foglie molto delicate e utilizzata molto in cucina: il songino. Questa verdura, ottima per insalate, è maggiormente conosciuta con il nome di Songino anche se tanti i nomi presenti nelle diverse regioni italiane: gallinella, valerianella, formentino, songino, soncino, dolcetta, ecc. Essa va distinta dalla ben più nota Valeriana Officinalis, sua stretta parente, che è la pianta da cui si estrae l’omonimo olio essenziale.

Il songino, insalata di piccole dimmensioni, si presenta di colore verde brillante, le sue foglie carnose e di forma leggermente allungata si trovano raggruppate in tanti piccoli cespi. Il songino  presente tutto l’anno, anche se i periodi migliori sono tra giugno e agosto, si può trovare anche in prati e terreni dalla composizione più sabbiosa. In un piccolo mazzetto di songino, tante le proprietà benefiche per il corpo.

Calorie e proprietà delle nespole

 In natura esistono molte varietà di nespole ma quelle maggiormente consumate sono quelle che si presentano di colore giallo-arancio.  Ricca di potassio, calcio, fosforo, magnesio, la nespola è un alimento consigliato a chi pratica sport, infatti, dopo l’attività sportiva mangiare delle nespole aiuta a recuperare i liquidi e i sali minerali che si perdono in seguito ad un’eccessiva sudorazione. Le calorie delle nespole sono davvero esigue: solo 30 calorie per 100 grammi di nespole.

Le nespole possiedono numerose proprietà benefiche per il nostro organismo e non possono mancare nelle nostre tavole. Un dato interessante, rispetto alle proprietà, è legato al livello di maturazione del frutto. Le proprietà delle nespole, infatti, variano al variare del livello di maturazione del frutto. La nespola non ancora matura e dal sapore fortemente acerbo, contiene un’elevata quantità di tanniti che com’è noto possiedono proprietà antiossidanti, essa inoltre, grazie ai suoi effetti astringenti, è particolarmente indicata a chi soffre di diarrea

Cellulite: si combatte con le gemme di faggio e di betulla

Per molte donne la cellulite è un chiodo fisso, ma conforta sapere che non risparmia neanche le vip! Si tratta, infatti, di un inestetismo della pelle prettamente femminile e si forma per diverse ragioni, anche se un’alimentazione povera di fibre, la sedentarietà e lo stress eccessivo sono generalmente i principali indiziati.

Cosa possiamo fare, allora, per correre ai ripari? Di rimedi, come certamente avrete notato, ne esistono davvero tanti, e per tutte le tasche, ma per chi ai bisturi o al laser, preferisce i rimedi naturali, ecco il faggio e la betulla.

Erbe ad azione diuretica

Con il termine diuresi si indica la capacità dell’organismo di eliminare le sostanze di scarto attraverso l’urina. Se la diuresi non avviene in maniera “corretta”, nel senso che risulta rallentata o diminuita, ad esempio perchè si stanno assumendo farmaci che inducono questo effetto, come i cortisonici, possono insorgere diversi disturbi quali ritenzione idrica e ipertensione.

Più in generale, una buona diuresi, aiuta a mantenere “pulito” l’organismo ed è un valido ausilio nella lotta contro gonfiori e contro quelli che vengono comunemente definiti gli “odiosi inestetismi della cellulite“. Fatte salve le condizioni di salute che richiedono l’impiego di farmaci diuretici sotto controllo medico (delle quali non ci occupiamo) esistono molte sostanze naturali che grazie alla loro azione diuretica possono aiutarci a ritrovare leggerezza e benessere.

Esse sono contenute non solo negli alimenti ma anche in particolari erbe medicinali rinvenibili in erboristeria sotto forma di tisane, gocce, capsule e tinture madri. Vediamone un breve elenco:

Il carpaccio di zucchine, ricetta gustosa e dietetica

La ricetta che sto per presentarvi – il carpaccio di zucchine – pur essendo molto leggera è davvero gustosa e vede la zucchina come protagonista assoluta. Questo ortaggio contiene molti minerali preziosi quali sodio, potassio, ferro, calcio, fosforo, manganese, zolfo e cloro e tante vitamine (la B2, PP, A e in maniera più modesta la C), è estremamente ricco d’acqua (per ben 93 grammi su 100 di peso complessivo) ed è caratterizzato dalla quasi totale assenza di calorie, inoltre contiene una presenza di amidi molto bassa (soltanto l’1% del suo peso).

Dato il suo sapore relativamente neutro, la zucchina si presta ad una varietà di preparazioni alimentari: molto versatile, accompagna primi piatti, carne, pesce, formaggio e uova (un consiglio: se si desidera beneficiare pienamente delle proprietà nutritive, la soluzione migliore è quella di mangiarla cruda, all’insalata o sotto forma di succo) ed è ideale nei regimi ipocalorici (anche se la polpa porosa assorbe molto i condimenti).