Smartlipo, per rimodellare il corpo senza rischi

di Mariposa Commenta

Avere un fisico perfetto è una bella fatica e non è per nulla facile. Ci sono persone che decidono di ricorrere alla chirurgia estetica pur di risolvere alcuni problemi, dimenticandosi però che i trattamenti estetici più invasivi sono dei veri e propri interventi e come tali hanno dei rischi. Allora perché non scegliere una soluzione a zero rischi, zero ematomi e tempi di recupero ridotti?

Non è pura fantasia. Esiste e si chiama smartlipo, considerata la versione “soft” della liposuzione che in un’ora elimina le piccole localizzazioni di grasso. A differenza della liposuzione non è un vero e proprio intervento, almeno questo è quello che sostengono i promotori. È l’evoluzione della laserlipolisi: si utilizzano delle micro cannule più sottili che comportano dei minori traumi e tempi di recupero più rapidi, oltre ad una migliore uniformità dell’intervento.

Quali zone possono essere trattate con questo sistema? A rispondere Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano, socio Aicpe e Sicpre.

Si rivela estremamente utile per rimuovere concentrazioni di adipe localizzate, ad esempio su cosce, pancia, ginocchia e anche sul viso, per il doppio mento. Permette di rimodellare le linee del corpo eliminando le piccole concentrazioni di grasso. Per esempio, la smartlipo è indicata per eliminare le culotte de cheval, ovvero per togliere quei cuscinetti che si formano tra gluteo e coscia e che sono particolarmente difficili da eliminare, persino con una costante e mirata attività fisica.

Non è tutto perché il trattamento è rapido: dura solo un’ora e poi il paziente può lasciare l’ambulatorio e non ha bisogno di un periodo di convalescenza, a differenza della liposuzione che invece traumatizza il corpo e impone un lungo recupero.  In questo caso è necessario tenere compressa la zona tratta per un paio di settimane. Ora veniamo ai costi? Il trattamento parte dalle 700 euro. È una cifra elevata, non quindi per tutti, ma non è esagerata, considerato l’impegno economico richiesto dagli interventi di chirurgia estetica.

 

Photo Credit | ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>