Pizza di kamut, differenze con la pizza classica

di Redazione Commenta

La pizza di kamut è una delizia da forno che di recente si è diffusa in alternativa alla pizza classica. Scopriamo le differenze per scoprire anche qualità e versatilità di una farina che riserva non poche sorprese e tanto gusto.

La farina di kamut deriva da un grano duro di origine orientale, chiamato anche grano rosso o Khorasan. Si tratta di una farina ricca e salutare, particolarmente utile in un’alimentazione sana grazie al suo elevato valore energetico.

Il nome kamut è stato dato a questa tipologia di grano da un agronomo americano negli anni Settanta ma solo negli ultimi anni la farina di kamut e i prodotti preparati con questo ingredienti stanno riscuotendo un successo sempre crescente.

Dal momento che si tratta di un grano molto resistente, non richiede l’uso di pesticidi e fertilizzanti e dunque è il candidato perfetto per le colture biologiche. Preparare la pizza con la farina di kamut rende il piatto più ricco di elementi nutritivi oltre che più leggero e digeribile e di qualità migliore.

È un grano molto calorico rispetto al grano comune, ne contiene circa 335 per 100 grammi. È inoltre ricco di selenio, magnesio, vitamine E, zinco e acidi grassi essenziali. Gli aminoacidi contenuti nel kamut sono treonina, cistina, istidina, arginina, serina e acido aspartico. Ciò conferisce a questo grano un elevato valore energetico e biologico.

Non essendo stato sottoposto, come altre varietà di grano, a manipolazioni genetiche da parte dell’uomo è anche più tollerato da chi soffre di intolleranze anche se non bisogna cadere nell’errore di considerarlo un grano adatto ai celiaci perché contiene comunque glutine.

La pizza di kamut è dunque una scelta salutare in alternativa alla consueta pizza preparata con farina di grano duro comune, grazie al suo alto valore proteico, vitaminico e minerale. Questo valore è stato mantenuto intatto nel tempo proprio perché il grano Khorasan non è mai stato sottoposto a ibridazioni.

Photo Credits | Jag_cz / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>