Gli omega 3 e gli omega 6 sono importanti per migliorare la qualità del sonno

di Mariposa Commenta

Nutrire il corpo significa anche dormire bene. Per dormire bene è importante rispettare i ritmi circadiani e mangiare in modo corretto. Non a caso, coloro che dormono poco sono spesso nervose, irritabili e hanno difficoltà di concentrazione. Una nuova ricerca, condotta dagli esperti dell’Università di Oxford, ha dimostrato che alimentazioni ricche di omega-3 e omega-6 aiutano a riposare meglio.

 

Sono i bambini ad avere particolarmente bisogno di riposare, perché un buon sonno è fondamentale per crescere bene. Secondo gli esperti, consumare omega 3 e 6 in buone quantità dà ai piccoli di casa un’ora di nanna in più a notte e soprattutto meno risvegli notturni. I ricercatori per confermare questa teoria hanno somministrato a due gruppi dei supplementi, uno a base di omega-3, e uno considerato placebo, a base di mais o soia. Il totale dei volontari coinvolti era di 352 con un’età compresa fra i 7 e i 9 anni.

Dai dati è, inoltre, emerso che livelli ematici di omega-3 (in particolare DHA) sono significativamente associati a un buon sonno, una minore resistenza nel voler andare a dormire e una riduzione di altri disturbi del sonno, abbastanza frequenti nell’infanzia. Non è tutto, perché bassi livelli di DHA sono associati a livelli insufficienti di melatonina.

Bisogna quindi prendere degli integratori a base di DHA? Non è necessario, mangiare pesce azzurro due o tre volte la settimana potrebbe essere sufficiente. Paul Montgomery dell’Università di Oxford, come riporta LaStampa, ha dichiarato:

Trovare problemi del sonno a livello clinico in quattro bambini su dieci di questo campione di popolazione generale è un motivo di preoccupazione. Varie sostanze contenute all’interno degli acidi grassi omega-3 e omega-6 sono da tempo note per svolgere un ruolo chiave nella regolazione del sonno. Per esempio, bassi rapporti di DHA sono stati collegati con i più bassi livelli di melatonina che si adatterebbe con la nostra constatazione che i problemi del sonno sono maggiori nei bambini con bassi livelli di DHA nel sangue.

 

Photo Credit | ThinkStock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>