Le ciliegie migliorano la qualità del sonno

di Mariposa Commenta

 Le ciliegie sono una vera passione: dolci, succose e così accattivanti. Quando s’inizia a mangiarne una, è molto difficile poi smettere. Oltre a essere buono, questo simpatico frutto è famoso per avere numerose proprietà benefiche. È, infatti, diuretico e disintossicante, aiuta a stimolare le difese immunitarie ed è antireumatico. E se fosse pure antistress?

Secondo uno studio pubblicato sul «Journal of Sleep Research and Sleep Disoders», le ciliegie sono in grado di rilassare chi le mangia e migliorare anche il riposo notturno. La ricerca ha dimostra che questo prodotto è una fonte naturale di melatonina, proprio come l’avena. Che cos’è la melatonina? Si tratta di un ormone prodotto dalla ghiandola pineale (o epifisi) e agisce sull’ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia.

Questa caratteristica è uguale anche per le amarene. Non è la prima volta che si analizza la ciliegia come elisir del riposo. Tempo fa, uno studio ha paragonato la qualità americana a quella neozelandese. È emerso che le ciliegie Usa contengono 15 nanogrammi per grammo di prodotto, mentre quelle della Nuova Zelanda 500 nanogrammi per grammo di frutti. Una differenza enorme, almeno se state cercando il buon riposo. Se poi avete proprio necessità di trovare una pillola naturale per riposare, scegliete le ciliegie essiccate, perché  eliminando l’acqua salgono i livelli di melatonina.

Non dovete impazzire girando i fruttivendoli alla ricerca delle ciliegie neozelandesi, le nostre sono ottime e contengono alti livelli di melatonina.  È molto più importante cercare di avere una vita regolare e un’alimentazione sana ed equilibrata per essere sicuri di riposare correttamente.  Ricordiamo, inoltre, che questo frutto, che farà la sua comparsa a primavera inoltrata, è ricco di calcio e oligominerali (magnese, zinco e rame), ha un effetto tonico sul sistema nervoso e stimola la produzione di collagene. Quindi non solo tiene la mente fresca, ma ci aiuta a sembrare più giovani. Infine, se siete a dieta, sappiate che sono ipocaloriche. Più di così…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>