Fitwalking, i benefici del camminare

di Daniela 4

Vi siete mai chiesti come ha fatto Renée Zellweger a passare con facilità dalle larghe tute di Bridget Jones ai sexy costumi di Roxie Hart in “Chicago”? Semplice: con il fitwalking!

Il fitwalking è la versione sportiva del semplice camminare, una disciplina che negli Stati Uniti sta spopolando tra i vip, ma che si sta velocemente diffondendo anche in Italia. Il fitwalking prevede una camminata a passo veloce, che sfrutta il movimento naturale dell’uomo, aggiungendoci alcune caratteristiche proprie dell’aerobica, come la lunga durata dello sforzo a bassa intensità e il ritmo costante dell’allenamento.

Il fitwalking può essere diviso in tre categorie: il life style, che è quello “da svago”, praticato per puro piacere e a contatto con la natura, il performer style, quando viene praticato come sport vero e proprio, e lo sport style, considerato attività sportiva  a livello agonistico.

Il maggior pregio del fitwalking è che chiunque può svolgerlo: non c’è nulla di più semplice di una camminata, soprattutto se non si ha la possibilità di andare in palestra. Si può praticare ovunque: andando in ufficio, portando a spasso il cane, passeggiando nel parco, andando al supermercato, o addirittura a casa se si possiede un tapis roulant.

Questa disciplina aiuta a mantenersi in forma, perché, come qualsiasi sport fa bruciare calorie, rinforza i muscoli e il fisico in generale, ed offre benefici anche a livello psichico: se viene praticato in ambienti tranquilli e a contatto con la natura, aiuta a migliorare l’umore e allontana lo stress e la depressione.

Come ogni sport, anche per il fitwalking bisogna seguire delle tecniche per poterlo praticare al meglio e per godere appieno dei suoi benefici. Alla base c’è la camminata a passo veloce e la ciclicità dei movimenti; la prima parte del piede che va appoggiata nel terreno è il tallone, seguito dalla pianta, le braccia devono essere piegate a 90° ed oscillate ritmicamente avanti e indietro, esattamente come nel jogging, con la differenza che non si deve correre. Il terreno ideale per il fitwalking è quello pianeggiante perché favorisce l’azione rilassante della disciplina.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>