Dimagrire dopo le vacanze: sfatiamo i luoghi comuni del rientro

di Daniela Commenta

Le vacanze sono appena finite e come tutti gli anni, insieme alla voglia di stare all’aria aperta è sono state caratterizzate da un’irrefrenabile fame, proprio come quella che arriva dopo un’intensa giornata di mare o una scarpinata in montagna, o quella che durante una giornata in spiaggia ha fatto fare il pieno di patatine, pizzette, gelati e cocktail di tutti i tipi.

E ora vi ritrovate come prima della prova bikini: in sovrappeso e bombardati da prodotti e diete che promettono miracoli; per non cadere nella trappola dei “luoghi comuni del rientro”, preparatevi a seguire questi 7 facili accorgimenti.
1.
Attenzione ad “espiare” i peccati di gola mangiando solo insalata: per prima cosa perché un piatto di insalata non sazia e quindi si corre il rischio di ricorrere a pericolosi fuori pasto; poi perché è facile esagerare con i condimento che spesso sono tutto fuorché light.

2. Il dolcificante è un’abitudine che va disciplinata; ci sono molte persone che mangiano caramelle dolcificate in continuazione per tenere a bada la fame, ma sappiate che una caramella va bene, ma un pacchetto no!
3. Anche per le bevande dolci il principio è lo stesso: chi esagera con questo tipo di bibite, tende a bere meno acqua o a non berne per niente, il che non è proprio salutare.

4. Attenzione alle grandi buste di cereali: una volta aperte è difficile regolarsi e smettere di “attingere”, e poi i cereali tendono a trattenere l’acqua, aumentando la ritenzione idrica.
5. Cercate di introdurre con moderazione le barrette energetiche nella vostra dieta, per non rischiare di falsare il rapporto che avete con il senso di fame e di sazietà.

6. Cornetti, pane, pasta integrali vanno benissimo, anche perché le fibre sono utilissime, solo che le calorie ci sono e sono più o meno le stesse, quindi vale la regola di sempre: consumateli con moderazione.
7. Attenzione ai pop corn; va bene usarli come snack perché sono leggeri, soprattutto quelli scoppiati con l’aria; i problemi vengono quando sono cotti con grassi, o peggio, con il burro, come quelli che si prendono al cinema: basti pensare che contengono 800 calorie per 100 grammi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>