Diete delle star, le mode alimentari del 2010

di Mariposa Commenta

Le diete sono delle mode e le star del cinema, e non solo, le cambiano e le ricambiano come fossero dei vestiti. In realtà, sappiamo bene che con i regimi alimentari non si scherza perché da questi dipende la nostra salute e il benessere del nostro fisico. Il Daily Mail ha riportato gli ultimi consigli dei nutrizionisti britannici per tenersi ben lontani da quelle che sono le diete dei vip.

Gli scienziati della British Dietetic Association (BDA) hanno stilato un elenco di alcune delle diete più strane seguite nel corso del 2010:

  • La dieta del gruppo sanguigno, tra gli adepti troviamo Cheryl Cole. Sappiate che questo regime non ha alcun valore scientifico  e che portare comportare una grave carenza di calcio
  • Dieta dello sciroppo d’Acero, tra le seguaci c’è la bella Naomi Campbell e la Beyonce Knowles (Beyoncé), ma anche Demi Moore e suo marito Ashton Kutcher. Questa dieta, sempre secondo la BDA sarebbe pericolosa, non ha alcun valore nutritivo.
  • Zuppa di cavolo o Dieta della zuppa brucia-grassi, qui troviamo Sarah Michelle Gellar, l’attrice che interpreta “Buffy”. Secondo la BDA questa dieta è insufficiente dal punto di vista nutrizionale.

Se questi regimi non vi bastono esistono secondo l’associazione britannica no profit Sense about Science, che ha come obiettivo smascherare le convinzioni infondate sulla scienza, ci sono tante altre leggende metropolitane, trasformate purtroppo in dieta. Per esempio,David Beckham e la fidanzata del principe William, Kate Middleton, sono stati beccati con il braccialetto di silicone luminescente che secondo chi lo vende dona energia e buona salute. Sarebbe una scorciatoia alla dieta e al fitness. Oppure troviamo  Sarah Harding delle Girls Aloud che sul proprio cibo spezzetta il carbone, perché dovrebbe assorbire le sostanze dannose che circolano nel corpo. Falso, secondo gli esperti, il carbone è utile come filtro nelle mascherine, ma quando entra nel corpo non serve proprio a niente.

[Fonte: Tgcom]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>