Dieta Swift per depurarsi prima di Natale

di Valentina Commenta

Il Natale si avvicina e con esso qualche sgarro di più: è possibile preparasi in maniera corretta a quel momento sfruttando la Dieta Swift, conosciuta anche come la dieta dell’intestino sano. Un regime alimentare abbastanza bilanciato che consente non solo di rimettersi in forma ma depurarsi prima del periodo natalizio.

Depurarsi con la dieta Swift

Prima di tutto qualche cenno “storico”: questa dieta è stata ideata da Kathie Madonna Swift, famosa nutrizionista olistica americana. Il regime alimentare messo a punto da questa esperta dà modo come già anticipato di perdere qualche chilo ma al contempo di regolarizzare il funzionamento del proprio intestino, basilare se si vuole stare bene e non avere problemi di salute. Questa dieta è stata messa a punto dalla nutrizionista dopo aver lavorato a lungo con persone affette da problemi digestivi e del relativo apparato: insomma un regime di benessere che possiede come “effetto collaterale” gradito, la perdita di peso. Ovviamente le porzioni non devono essere esagerate, ma rispetto ad altre diete, la dieta Swift sembra essere meno pesante da seguire rispetto ad altre.

Nel regime alimentare messo a punto dalla professionista si dà via libera a rucola, broccoli, zucca invernale e lenticchie: questo perché essi contengono fibre in grado di alimentare in modo corretto ceppi batterici molto importanti per la salute del colon e dell’organismo in generale. Non bisogna consumare dolci e bisogna scegliere con molta cura i grassi da utilizzare evitando il più possibile i cibi fritti.

Linee guida della dieta Swift

La dieta Swift, come anticipato, è perfetta per depurarsi in attesa del Natale  perchè punta all’assunzione di alimenti che portano l’intestino ad avere una corretta motilità e soprattutto un equilibrio perfetto dal punto di vista batterico. Per raggiungere questo risultato è necessario seguire alcune linee guida che possono essere così riassunte:

  • limitare il consumo di zuccheri il più possibile, specialmente quelli raffinati
  • evitare i grassi di tipo industriale come quello di mais e di colza favorendo l’olio d’oliva
  • evitare il più possibile cibi a base di latte e formaggi, yogurt alla soia, aglio, cipolle, mele, pere, orzo e frumento noti per creare fermentazione nell’apparato intestinale
  • mangiare cereali integrali
  • non bere più di un caffè al giorno
  • favorire i cibi prebiotici come asparagi, avena, mandorle, banane, verdure a foglia verde
  • mangiare cioccolato o miele se si ha voglia di dolce
  • favorire i cibi fermentati
  • evitare di dormire troppo
  • rilassarsi favorendo attività come lo yoga

E soprattutto, prima di iniziare a seguire un simile regime alimentare consultare il proprio medico per testare la compatibilità della dieta con la propria salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>