Dieta da 22 mila calorie per diventare la più grassa del mondo

di Mariposa Commenta

 

In materia di diete, se ne sentono davvero di tutti i colori. C’è gente che pur di ottenere la linea dei suoi sogni è disposta a fare di tutto. Di solito però l’obiettivo è perdere peso. Smaltire i rotolini di grasso, anche quando sono solo immaginari, con strategie insane. Bene, oggi vi racconto una storia un po’ diversa, quella di Susanne Eman, che ha deciso per lo “sfondamento”.

Questa ragazza, di 32 anni, vuole diventare la donna più grassa del mondo e sta facendo di tutto per raggiungere i 730 chili. Già adesso non è un fuscello, perché pesa 330 chili e, come potete vedere dalla foto, ha già difficoltà di movimento.  Si è anche prefissata un tempo. Deve battere questo record mondiale in dieci anni.

Ciò significa che in teoria per stare nei limiti deve essere in grado di prendere almeno 40 chili l’anno. Susanne ha sicuramente una vita complicata. Vive con due figli piccoli in Arizona, da sola, ed è disoccupata. La mania del peso per lei non è solo un “gioco pericoloso”, si è trasformato con gli anni in un obiettivo.

Come potrà raggiungere questa soglia? Ovviamente esiste una dieta che le permette di assumere circa 22 mila calorie al giorno. Tenete conto che una persona di peso medio, con un regime alimentare normale, ha un consumo calorico quotidiano di 2 mila calorie. Deve prendere 30 chili entro la fine di dicembre.

Ma vediamo come sono organizzati i suoi pasti (superano la decina al dì). Si inizia con la colazione che comprende 6 uova strapazzate (468 calorie); 220 gr di bacon (1.168 calorie); 4 frittelle di patate (672 calorie); 6 fette di toast con il burro (600 calorie); 900 gr di crema (1.160 calorie). E già qui ci sono calorie per una settimana consecutiva.

Seguono poi i numerosi spuntini, che aggiungono circa 6 mila calorie, e la conducono fino all’ora di pranzo, durante cui consuma: 3 burritos (1.453 calorie); un’insalata mista con bacon, formaggio e pollo (1.479 calorie). Lo so che sembra tanta roba (anzi, un’esagerazione), ma non è finita, perché manca ancora la cena, durante cui assume altre 10 mila calorie. Susanne però è felice e della sua folle dieta ha detto:

Il messaggio che voglio lanciare è di accettare gli altri per quello che sono e di sfatare così il mito secondo cui “grasso è brutto”. Quando sono arrivata a pesare 222 chili, mi sono accorta che piacevo di più agli uomini e ora io mi sento più sexy e ho maggiore fiducia in me stessa.

[Fonte: Tio.ch]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>