La dieta maco

di Daniela Commenta

La dieta non deve essere vista solo come un modo per perdere peso ma soprattutto come un regime alimentare corretto attraverso il quale possiamo prenderci cura del nostro corpo e della nostra salute.

Quasi sempre, però, la parola “dieta” viene considerata solo nell’ottica del dimagrimento; proprio per superare questo concetto diffuso ma errato, è nata la dieta MACO, acronimo di “Mangiare, Alimentarsi con Obiettivi”, che insegna ad amarsi attraverso il cibo e ad amare il cibo perché fonte di benessere.

Il segreto sta nel comprendere e fare proprio il concetto che lo stato di “benessere” si ha quando ci si sente bene sia a livello fisico che a quello mentale e che il sovrappeso non aiuta a raggiungere nessuno di questi due livelli, soprattutto dal punto di vista della salute.

Il sovrappeso, infatti, non deve essere visto solo come un problema estetico, ma soprattutto come un danno all’organismo, perché provoca diverse malattie che con un’alimentazione corretta non comparirebbero.

Ogni dieta dovrebbe essere modellata sulle caratteristiche fisiche e personali del paziente, come l’età, le abitudini, il grado di sedentarietà, i gusti e anche le motivazioni che lo spingono a seguire un programma nutrizionale, insomma: una dieta “cucita” addosso al paziente e non un programma generico volto solo al dimagrimento immediato.

La dieta maco, quindi, prevede la presenza e l’apporto fondamentale di un professionista della nutrizione che segua il paziente passo a passo durante il percorso di consapevolezza di sé e dell’importanza del cibo non solo per la bellezza ma soprattutto per la salute.

Dal punto di vista alimentare, nella dieta maco sono previsti tre pasti giornalieri più due spuntini:

la colazione, a base di latte parzialmente scremato, caffè e un dolce alla frutta o allo yogurt
uno spuntino di metà mattina con un frutto
per pranzo, un primo a base di verdure
la merenda con una tisana
per cena, un piatto a base di proteine e verdure.

Fondamentale è bere molta acqua durante il giorno e mangiare almeno tre porzioni di frutta e due di verdura, prediligendo i cibi di colore giallo-arancio, ricche di vitamina A e quelle verdi, ricche di vitamina C.

In via di principio, quindi, la dieta maco si basa su poche e basilari regole di alimentazione corretta ed equilibrata, accompagnata da una leggera ma regolare attività fisica, come la camminata o il nuoto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>