Dieta dei lecca lecca per dimagrire, funziona?

di Redazione Commenta

Alle diete strane dovremmo averci fatto il callo, ma… c’è n’è sempre una nuova pronta a sorprenderci, come nel caso della Lollipop diet, la dieta dei lecca lecca… già solo il nome fa sorridere, eppure una nutrita schiera di celebrities la seguirebbero, da Britney Spears a Paris Hilton…

Secondo il quotidiano inglese Telegraph molte star si mantengono in forma seguendo la Lollipop diet, persino Madonna. Ma non si tratta di lecca lecca normali… sono prodotti dall’azienda canadese Power Pops e oltre a ridurre l’appetito, aiutano a perdere peso. Come? Grazie alla loro particolare composizione. Contengono 3 ingredienti che favoriscono il calo di peso, hoodia, un estratto vegetale sudafricano che produce un potente effetto di sazietà, Citrimax, derivato dalla garcinia cambogia e guaranà, una fonte naturale di caffeina.

I lecca lecca sono disponibili in diversi gusti (cappuccino, apple pie, fragola e crema) e hanno un apporto calorico molto basso, appena 10 chilocalorie. L’indicazione è consumarne 3 al giorno, prima dei pasti principali.

So quello che state pensando… è una follia pensare di perdere peso in questo modo, ma quella dei lecca lecca non è di certo l’unica stranezza in fatto di dieta delle star… basti pensare che l’attrice Jennifer Aniston segue la cosiddetta baby food diet a base di omogeneizzati, mentre la cantante Beyoncé sarebbe una seguace della dieta dello sciroppo d’acero, un mix di sciroppo d’acero, pepe di Caienna e succo di limone.

Personalmente credo che la dieta, in quanto regime alimentare, sia una cosa molto importante da non “ridicolizzare” perché poi condiziona la nostra salute e tocca altre sfere della nostra vita quotidiana. Per dimagrire, come ripeto spesso, non esistono scorciatoie, bisogna imparare ad alimentarsi in modo corretto, a leggere le etichette e a ridurre il consumo di quegli alimenti che favoriscono l’accumulo di grassi. E poi, chi deve dimagrire si lasci consigliare da un bravo nutrizionista o dietologo piuttosto che seguire strampalate diete fai da te.

Photo Credits | Rasstock / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>