La dieta Jenny Craig

di Daniela Commenta

Molte star di Hollywood subito dopo il parto ritornano in forma smagliante e , se possibile ancora più magre di prima; è il caso di Mariah Carey che, dopo il suo parto gemellare, ha perso velocemente 30 chili. Merito della ginnastica, certo, ma anche di una dieta mirata, ovvero la dieta Jenny Craig, spesso abbreviata semplicemente in dieta Jenny, ancora non molto diffusa in Italia, ma di gran voga oltreoceano.

La dieta Jenny deve il nome alla sua ideatrice, la nutrizionista Jenny Craig, che nel 1983 ideò questo programma dietetico iniziando a svilupparlo prima in Australia e, poi, dopo tre anni anche in America; ad oggi, e dal 2006, il programma ideato da Jenny fa parte di Nestlè Nutrition.

Che cos’è la dieta Jenny

Ma cos’è la dieta Jenny? In pratica. Il programma ideato dalla Craig combina consigli individuali per perdere peso con un menù a base di pasti congelati e liofilizzati e altri cibi, ideati e diffusi dalla nutrizionista stessa oppure da preparare a casa seguendo le ricette presenti sul sito ufficiale, un po’ come accade per la dieta Dukan.

Il bello della dieta Jenny, almeno secondo gli estimatori, tra i quali la già citata Mariah Carey e l’attrice Kirstie Alley, ma anche molte persone “comuni”, è che si ha una reale e importante perdita di peso in soli 28 giorni e che il programma può essere seguito anche da casa, fattore indispensabile per chi non abita negli Stati Uniti, in Australia, in Canada, in Francia e nel Regno Unito, ovvero dove si trovano le sedi dei centri di dimagrimento Jenny Craig.

Il programma Jenny Craig

Il programma di perdita di peso unisce consigli sulla nutrizione a dei semplici esercizi fisici con la consulenza di esperti, ideati per aiutare coloro che li seguono a cambiare le proprie abitudini alimentari e e lo stile di vita; secondo Jenny Craig, infatti, il suo programma è adatto a tutti, anche per i diabetici e gli anziani.

L’obiettivo di questa dieta, almeno sempre la sua ideatrice è di far imparare alle persone a mangiare bene in modo che, una volta raggiunto il peso desiderato, non debbano più aver bisogno di seguire menù dietetici specifici, perché ormai hanno imparato come mangiare in modo sano. Il programma ideato da Jenny Craig costa 30 dollari e comprende un piano di inizio della durata di quattro settimane, la possibilità di consultare i menù online e una serie di esercizi fisici da affiancare alla dieta. Incluso nel pacchetto anche il consulto settimanale con l’esperto pronto a dare consigli e a sentenziare se il dimagrimento sta avvenendo nel modo giusto o meno.

I cibi permessi nella dieta Jenny

Ai 30 dollari del pacchetto iniziale vanno aggiunti quelli dei cibi preparati dalla Craig stessa: i piatti che compongono i menù possono essere sia acquistati già pronti che preparati in casa seguendo le ricette del kit iniziale. I menù della dieta Jenny si compongono soprattutto di frutta, verdura e cereali, ma ammettono anche carne, pesce, uova, legumi, pollame e frutta secca, al contrario, sono ridotti i derivati del latte, i grassi saturi e i cibi che contengono sodio, mentre è permessa la cioccolata.

I piatti proposti dalla dieta Jenny non sono “poveri” come in genere ci si aspetta dalle diete, anzi appaiono molto gustosi, almeno a giudicare dalle foto proposte nel sito del programma dietetico: addirittura è permessa la pizza margherita e una “originale” pizza al pesto, senza contare gli hamburger, benché privi di salse grasse. Sì anche ai dolci, soprattutto a base di frutta e di cioccolato, e agli snack come patatine cotte al forno o pop corn senza sale, insomma: una dieta tutt’altro che proibitiva, almeno dal punto di vista della varietà di cibi permessi.

 

Photo Credit: Thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>