La dieta del ghiaccio per dimagrire mangiando

di Tippi Commenta

Con la prova costume oramai alle porte arriva dagli USA una nuova moda per perdere peso senza troppi sacrifici… consumare ghiaccio! La dieta sta letteralmente spopolando in America ed è pronta a sedurre anche l’Italia. Vediamo insieme di cosa si tratta, se funziona e se esistono rischi per la salute.

Come ha spiegato il gastroenterologo statunitense Brian Weiner, che ha pubblicato recentemente il libro “The ice diet”, la dieta del ghiaccio funziona per 3 semplici ragioni: stimola il corpo a bruciare calorie per sciogliere il ghiaccio ingerito, il quale non ha calorie e dà un senso di sazietà che aiuta a non patire la fame. Secondo l’esperto basterebbe consumare 1 litro di ghiaccio al giorno per bruciare circa 160 chilocalorie. il ghiaccio, sempre a detta del medico, non avrebbe alcuna controindicazione, dal momento che si tratta di una sostanza naturale.

Chiaramente non mancano gli scettici come il fisico Andrew Zimmerman Jones, che ha fortemente criticato la dieta del ghiaccio. Secondo lo studioso, infatti, per ottenere un dimagrimento degno di nota bisognerebbe consumare una quantità eccessiva di ghiaccio. Se consumando 1 litro di ghiaccio si perdono 160 calorie, per perdere mezzo chilo di peso bisognerebbe consumare almeno 30 litri di ghiaccio, una quantità assolutamente improponibile. Inoltre, secondo Jones, 1 litro di ghiaccio fa bruciare in realtà 117 chilocalorie e non 160, senza contare che esistono comunque delle controindicazioni. Mangiare a morsi il ghiaccio, infatti, può dare fastidio a chi ha problemi con i denti e causare una congestione, cioè un blocco completo dell’apparato digestivo. Insomma, come al solito, siamo di fronte all’ennesima bufala. 

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>