Dieta del supermetabolismo, cosa è e perché la segue Jennifer Lopez

di Valentina Commenta

Jennifer Lopez è senza dubbio una delle donne più in forma over 50 alle quali possiamo pensare: un corpo come il suo è certamente frutto anche di attività fisica costante ma anche di un regime alimentare preciso: si tratta della dieta del supermetabolismo o Fast Metabolism Diet, finalizzata proprio alla perdita del peso in eccesso.

Divenuta famosa grazie alle celebrità che la utilizzano

Questa particolare dieta è stata inventata dalla nutrizionista Haylie Pomroy ed è diventata famosa grazie alla pubblicità fattane in televisione all’interno di programmi come Good Morning America e la trasmissione del Dr. OZ ma anche grazie al fatto che star come Rachel Welch, Robert Downey Jr., Cher  e per l’appunto Jennifer Lopez hanno raccontato di averla seguita con ottimi risultati. Secondo l’esperta questo suo regime è adatto sia a chi vuole raggiungere la forma per motivazioni estetiche, ma anche per combattere l’obesità o è affetto da malattie croniche. Il libro da lei scritto su questo regime alimentare è entrato nella classifica dei bestseller del New York Times ed è venduto anche in Italia.

Per comprendere come funzioni questa dieta è conveniente affidarsi direttamente alle parole della dott.ssa Pomroy, ricordando sempre che prima di iniziare una qualsiasi dieta dimagrante è bene consultare il proprio medico che sarà in grado di indicare se la stessa è adatta alle condizioni patologiche della persona.

Come funziona la dieta del supermetabolismo

La dieta del supermetabolismo è particolare: non tiene conto delle calorie, non è fissata sulle porzioni e si fonda sulla rotazione settimanale di uno schema semplice di alimenti capaci di attivare il metabolismo e far calare all’interno dell’organismo i livelli di cortisolo e le concentrazioni di insulina, accompagnando il tutto da attività fisica che aiuta a ottenere e mantenere i risultati. Un regime alimentare creato dalla nutrizionista dopo molte sperimentazioni in tal senso.

Il dimagrimento assicurato da Haylie Pomroy e pari a circa 9 kg in soli 28 giorni  e come anticipato non si tratta di un risultato che si basa su una dieta restrittiva quanto pensata per stimolare il corretto funzionamento di diversi organi del corpo, dando vita a un assetto ormonale di un certo tipo. E per tal motivo tra i primi consigli vi è quello di ridurre lo stress psicofisico, una delle cause di produzione del cortisolo.

La dieta del supermetabolismo è suddivisa in tre fasi: la prima prevede che il lunedì e il martedì si assumano molti carboidrati dalla frutta, in modo che il corpo si rilassi e non assuma grassi come forma di difesa da eventuali “carestie”. Questa fase deve essere accompagnata da un lavoro intenso di tipo cardiovascolare. La fase due, il mercoledì e il venerdì, è basata su un consumo importante di verdure e proteine, in modo tale da favorire il consumo di grassi, accompagnando il tutto con lavoro fisico relativo alla massa muscolare. La terza fase, venerdì sabato e domenica, deve essere accompagnata da pilates e yoga e bisogna consumare i gruppi sopracitati e grassi buoni: è questo il momento nel quale il metabolismo accelera. Da evitare in ogni fase i latticini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>