La dieta Chenot

di Silvana Commenta

La dieta Chenot, elaborata dal medico catalano, francese d’adozione, Henri Chenot, è solo una parte di una più ampia disciplina, cui il suo ideatore ha dato il nome di biontologia. Non a caso la dieta, oltre ad assicurare una perdita di peso da due a cinque chili in una settimana, promette anche il raggiungimento di un equilibrio psico-fisico che tiene lontano stress e stanchezza. Secondo Chenot infatti l’aumento di peso è dovuto a uno squilibrio tra mente e corpo causato a propria volta dall’accumulo di tossine nell’organismo dovuto a stress, inquinamento, esposizione ad agenti nocivi.

Per questo motivo la prima fase del programma Chenot (della durata di circa tre giorni) ha scopi depurativi e si basa quindi sul consumo di verdure, riso (con molta parsimonia) e centrifugati di frutta. La fase successiva, della durata di circa un mese, coincide con la dieta dimagrante vera e propria, personalizzata in base al gruppo cui appartiene l’individuo secondo alcuni parametri individuati dallo stesso Chenot, ferme restando tuttavia alcune regole universalmente valide:

  • mangiare la frutta prima dei pasti;
  • non bere durante i pasti;
  • bere l’acqua solo dopo averla bollita e con l’aggiunta di succo di limone;
  • consumare un piatto unico dividendo i carboidrati dalle proteine;
  • non mangiare mai dopo le 20.00;
  • non consumare spuntini fuori pasto;
  • consumare molti centrifugati di frutta e verdura.

La dieta Chenot prevede inoltre il divieto assoluto di consumare selvaggina, carne di maiale, formaggi stagionati, alcolici e caffè. Per il resto il programma alimentare si basa soprattutto sul consumo di frutta e verdura, soia, pesci di acqua fredda (quali salmone e sgombro), thè, erbe aromatiche, latte e yogurt e cibi specifici (frutta secca, semi, erbe aromatiche) individuati in base alle specifiche caratteristiche e necessità del paziente, secondo quella che lo stesso Chenot definisce fitoterapia culinaria. Il mantenimento invece consiste nel’osservare periodicamente un periodo di disintossicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>