Dieta auto-ipnotica, in cosa consiste

di Valentina Commenta

Quando si è intenzionati a lavorare sul proprio fisico, ancor prima di rivolgersi ad un dietologo che potrebbe indicare la giusta via, si cercano talvolta erroneamente soluzioni di ogni genere in modo autoctono. Una di queste è la dieta auto-ipnotica, da diverse persone considerate come la soluzione ai propri problemi.

Una dieta non semplice da seguire

Per ogni dieta che viene presentata si incontreranno sempre persone che sottolineeranno quanto un determinato regime alimentare sia di successo. Questa specifica dieta non prevede digiuni o rinunce drastiche e dopo un periodo di “oblio” è tornata alla carica in questi ultimi tempi per via di ipotetici risultati duraturi nel tempo. Secondo un sondaggio condotto da Cougar Italia sui propri iscritti questa estate molti dei loro utenti avrebbero deciso di provare la dieta auto-ipnotica per migliorare il proprio aspetto fisico e mitigare le conseguenze della quarantena sul proprio corpo.

A quanto pare quindi questo regime è amato molto dai trentenni e oltre ma in che cosa consiste? E’ presto detto: non è un dieta dimagrante di quelle strette da seguire al grammo, ma un modo differente di mangiare per raggiungere una alimentazione salutare e bilanciata. Un miglioramento dell’approccio al cibo che si basa sulla forza di volontà e sull’autoipnosi.

Per quanto possa sembrare “facile” da seguire, in realtà questa dieta non è semplicissima proprio per la pratica necessaria al raggiungimento dall’autoipnosi. Per riuscire ci si dovrebbe affidare a un esperto in grado di portare la persona a uno stato di concentrazione e di rilassamento del corpo tale da consentire di plasmare la propria mente in base agli obiettivi della dieta.

Convincersi che determinati cibi non fanno per noi

Attraverso l’autoipnosi devono essere eliminate tutte quelle che sono le “problematiche“, come l’abuso di dolci, carne, pizza o qualsiasi altro alimento che non faccia parte di una sana alimentazione. Attraverso l’autoipnosi ci si deve convincere  che quei cibi siano dannosi, o creare un legame psicologico negativo in modo da ridurne in maniera netta il consumo.

Insomma, si tratta di una dieta particolare che non è alla portata di tutti e che dovrebbe essere generalmente condotta con l’aiuto di un esperto, sia dal punto di vista psicologico e dell’ipnosi, sia da un medico che tenga conto delle condizioni di salute della persona e di quelli che sono i cibi che può eliminare o consumare per poter perdere peso senza apportare problemi all’organismo.

Il consiglio come sempre è quello di affidarsi a un esperto che possa aiutare a trovare il giusto equilibrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>