La dieta delle 10 prugne per perdere peso prima dell’estate

di Mariposa Commenta

Dieci prugne per prepararsi all’estate e soprattutto per torna. La prova costume è dietro l’angolo e ognuno di noi ha dei difetti fisici con cui deve fare i conti. Tra le tante diete di moda in questo momento c’è anche quella messa a punto dalla nutrizionista Evelina Flachi per il California Prune Board (il consorzio dei produttori di prugne della California), che sponsorizza ovviamente il famoso frutto.

Le prugne sono note per l’elevato contenuto di fibre, l’assenza di grassi, sale e zuccheri aggiunti, sono quindi sostituto naturale dello zucchero e ci aiutano in maniera salutare e gustosa a controllare un’alimentazione a volte un po’ troppo dolce. Tre prugne secche della California hanno un alto potere nutrizionale, infatti costituiscono una delle cinque porzioni al giorno di frutta e verdura necessarie per una dieta sana ed equilibrata.

Non proponiamo una dieta dimagrante punitiva, ma una combinazione di scelte alimentari adatte a sentirsi meglio e più in forma. Si tratta di un regime nutrizionale settimanale, che lascia due giorni di libertà durante il weekend, facile da seguire e ricco di ricette semplici che sfruttano le proprietà benefiche per l’organismo di  frutta e verdura di stagione oltre ovviamente a quelle delle prugne secche, che con la loro versatilità si prestano ad essere consumate frequentemente, sia da sole che come ingrediente per ricette dolci e salate.

Ha commentato Evelina Flachi. È necessario quindi fare il pieno, oltre alle 10 prugne, di frutta e verdura di stagione, questo regime alimentare, variando i prodotti  e modificando le ricette, può essere seguito durante tutti mesi dell’anno. Il sabato e la domenica: dieta libera per tutti.

Photo Credits | Shutterstock / Voyagerix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>