Detox prima di Natale? Ecco come

di Valentina

Detox prima di Natale? Si può fare, soprattutto se si prevede d’indugiare un pochino in quei cibi fritti che pur essendo tanto buoni non sono propriamente un toccasana per il nostro fegato o il nostro organismo. Senza affamarci, possiamo aiutare il nostro corpo a buttare fuori le tossine.

Benefici interessanti dal detox

L’importante è che il regime alimentare detox che si sceglie sia equilibrato, non vi faccia mancare nutrienti e soprattutto duri poco: anche tre giorni bastano per aiutare il proprio organismo a ripulirsi efficacemente migliorando la salute dell’intestino e di conseguenza quella del nostro sistema immunitario. È importante che non si tratti di una dieta troppo restrittiva ma che sia al contempo regolante delle abitudini alimentari della persona.

Sottoporsi ogni tanto a dei brevi periodi di detox è qualcosa che dovremmo fare tutti dato che facilità sia la diuresi che l’idratazione: è importante però comprendere che tale “rimedio” sia alla portata solo di quelle persone che non sono affette da patologie. In caso contrario è sempre meglio affidarsi alle cure di un professionista che possa dare un eventuale via libera a una dieta disintossicante che rispetti le esigenze alimentari della persona. Ovviamente quando si decide di seguire una dieta detox rimane comunque importante dormire bene e fare del movimento.

Esempio di dieta disintossicante da seguire

La dieta detox può apportare molti benefici, come già sottolineato, ma deve essere seguita per breve tempo e facendo attenzione alla tipologia e quantità di nutrienti che una persona sana necessita. Ecco un esempio di menu disintossicante adatto a tutti.

  • Colazione: una tazza di tè, da preferire quello verde, per via del suo apporto di antiossidanti, perfetto per depurare e contrastare anche i radicali liberi. A esso bisogna aggiungere uno yogurt magro corredato da una manciata di cereali integrali e una fetta di ananas.
  • Spuntino della mattina: è consigliato un centrifugato di verdura e frutta di stagione con scelta degli elementi a piacimento, aggiungendo una fetta di pane integrale tostato con una goccia di miele.
  • Pranzo: via libera a pasta integrale condita con olio d’oliva insieme a un’insalata mista o una vellutata di verdure di stagione. A scelta se consumare la frutta fresca o indugiare su ulteriori verdure, cotte magari di stagione. Si può condire con olio e spezie, meglio evitare il sale.
  • Merenda:  yogurt magro oppure una spremuta di agrumi o un centrifugato di stagione con l’aggiunta di una manciata di frutta secca a scelta tra noci e mandorle.
  • Cena: un piatto abbondante di verdura di stagione cotta o cruda, condita con olio, limone e spezie insieme ad alcune fette di pane integrale. Prima di andare a dormire meglio aggiungere una buona tisana drenante.