Come togliere 3cm dal girovita

di Siry Commenta

Se ci teniamo davvero alla linea di tanto in tanto dovremmo dare un occhio alla glicemia ossia al livello di glucosio nel sangue. E’ una “spia” molto importante del metabolismo dei carboidrati e del metabolismo in generale. Tanto più adesso dopo  il mese di pranzi e cenoni. Il periodo delle festività, infatti, comporta un aumento generale delle calorie in­trodotte con la dieta e alcuni «strappi» alle rego­le alimentari basilari, primo fra tutti un maggio­re apporto di dolci e zuccheri.

Le conseguenze le paghiamo subito, con gonfiori, fame nervosa, stipsi, ma rischiamo di pagarle anche la prossi­ma estate a causa del brusco rallentamento del metabolismo. Se vogliamo avere una linea perfetta a giugno dobbiamo occuparci già adesso del nostro meta­bolismo. La prima cosa da fare è aiutare l’orga­nismo a drenare il surplus di tossine. Occorrono poi cibi riattivanti e alcuni rimedi naturali speci­fici per il metabolismo dei carboidrati.

In questo modo il peso cala subito, le fermentazioni inte­stinali si riducono, la pancia si sgonfia e i livelli di glucosio nel sangue tornano nella norma. Con benefici per la linea e tutto l’organismo. A che cosa serve ridurre la glicemia?

  • Eviti anche di avere sempre fame fuori pasto (soprattutto di cibi dolci).
  • Previeni l’immediata trasformazione in adipe degli zuccheri che ingerisci.
  • Contrasti l’aumento del colesterolo.
  • Combatti la formazione del pericoloso grasso bianco, quello più “flaccido”, che si deposita a livello addominale.

Abbassare la glicemia e perdere-peso non è difficile: basta riattivare il metabolismo del fegato, il principale motore di trasformazione dei carboidrati in energia, depurare intestino e sangue dall’eccesso di zuccheri e contenere desiderio di dolci, pane, pasta e farinacei in genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>