“Buon Appetito”, la mostra interattiva dedicata all’alimentazione

di Mariposa Commenta

L’alimentazione come strumento per tutelare la salute. Sono tante le iniziative, anche prettamente mediche, per bloccare la diffusione dell’obesità, ma sempre di più sono le attività rivolte ai bambini per insegnare loro l’abc della buona tavola. In questa prospettiva, è stata da poco inaugurata, al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, Buon Appetito. L’alimentazione in tutti i sensi, una mostra molto interessante realizzata grazie al gruppo Nestlè.

 

L’apertura della rassegna è avvenuta in occasione del Giornata Mondiale dell’Alimentazione, di cui abbiamo parlato anche noi e durante cui (16 ottobre) si è cercato ancora una volta di fare il punto sulle malattie che possono essere prevenute grazie a una dieta corretta.  Ricordiamo che il 30% dei bambini italiani è in sovrappeso o obeso.  La mostra è arrivata in Italia dopo aver già raccolto un enorme successo in altre città d’Europa: a Parigi e a Helsinki sono stati 300 mila i visitatori.

Il successo forse è dovuto al fatto che non è un semplice percorso nel cibo, ma molto di più, una sorta di viaggio attraverso la scienza e la cultura dell’alimentazione. Non a caso c’è anche un laboratorio interattivo di cucina, dove è possibile conoscere le caratteristiche dei prodotti Nestlé di maggior consumo. In questo modo è più facile capire cosa stiamo ingerendo e quali sono le conseguenze per il nostro fisico.

I temi della mostra

Sono cinque le tematiche attorno cui è stata costruita l’esposizione: l’equilibrio alimentare, per capire che è importante non esagerare con alcuni prodotti, perché mangiare, quindi come funziona il corpo e come avviene la digestione, l’analisi degli alimenti, che aiuterà a comprendere le potenzialità nutrizionali e la composizione dei cibi, le percezioni culturali, ovvero un viaggio nelle tradizioni di altri paesi, e infine il cittadino-consumatore per rendere più consapevole la spesa, sia in termini di costi sia di qualità.

La scelta di queste tematiche dipende dai dati emersi negli anni dagli studi condotti dall’Osservatorio Adi – Nestlé (Adi sta per Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica). Molte ricerche hanno, infatti, dimostrato che il modo migliore per aiutare le persone a mangiare bene è intervenire proprio sugli stili di vita. Promuovere una corretta alimentazione tra i giovani potrebbe essere l’unica strada contro l’obesità e di conseguenza contro molte malattie cardiovascolari o metaboliche. Tenendo conto che ultimamente la crisi che sta colpendo duramente i paesi industrializzati sta mettendo a repentaglio anche questo tipo di iniziativa.

Com’è strutturata la rassegna?

La mostra è molto divertente e adatta sia ai bambini sia agli adulti, perché costituita da 30 isole tematiche interattive, strutturate per sperimentare e indagare ciascun argomento sviluppato nei macrotemi, che abbiamo elencato nel paragrafo precedente. Ci sono poi alcuni focus, dedicati agli adulti per fare il punto su quelli che sono gli argomenti di ogni area. Non mancano poi quiz multimediali, astucci con le risposte alle domande più frequenti e dossier informativi, per rendere molto più divertente la visita.

A chi è rivolta?

È soprattutto un progetto dedicato ai ragazzi è stato identificato un target specifico, nella fascia d’età che va dai 9 ai 14 anni. Per questo motivo, sarà sicuramente molto gettonata per le gite scolastiche. In realtà, credo che sia importante che i ragazzi vengano accompagnati dai genitori. Le basi della corretta alimentazione dovrebbe essere consolidate tra le mura domestiche, invece è proprio qui che vengono a mancare le fondamenta.  Il percorso interattivo dura circa due ore ed è supportato da un animatore scientifico con il ruolo di accompagnare gli studenti nell’esplorazione della mostra e da un quiz di gruppo per riepilogare i temi trattati e ovviamente fermare con attenzione i concetti più importanti nelle menti dei visitatori.

 

Informazioni

Museo della Scienza e della Tecnologia

Via San Vittore 21, Milano

Apertura: fino a giugno 2012

martedì-venerdì dalle 9.30 alle 17 (fino alle 18.30 nel weekend)

Costo: 10-13 euro

www.museoscienza.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>