Rischio di calcoli renali per chi beve troppe bibite gassate

di Redazione Commenta

Le bibite gassate, si sa, non sono certo l’ideale per chi è a dieta, sia perché gonfiano la pancia sia perché contengono zuccheri e forniscono diverse calorie; questo tipo di bevanda, inoltre, non va bene neanche per la salute: secondo un recente studio, infatti, le bibite gassate e zuccherate aumentano il rischio di sviluppare calcoli renali.

Lo studio in questione è stato condotto dai ricercatori dell’Università di Cattolica insieme a quelli della Harvard University di Boston ed è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Clinical journal of american society of nephrology”.

Dai risultati della ricerca è emerso che bere troppe bevande gassate e zuccherate aumenterebbe il rischio di sviluppare calcoli renali. A spiegarlo è il dottor Pietro Manuel Ferraro, nefrologo dell’unità operativa di nefrologia della Cattolica, che ha condotto lo studio insieme al professor Gary Curhan dell’Università di Harvard:

Chi consuma un bicchierino o una lattina al giorno di bevande carbonate (gassate), ha un rischio di calcoli del 23-33% maggiore rispetto a chi consuma meno di una lattina a settimana .Tè, caffè e succo d’arancia, invece, hanno un effetto protettivo.

Lo studio è durato otto anni e ha coinvolto 194 mila persone e ha evidenziato come le bibite gassate siano nemiche, oltre che della linea, anche della salute, mentre tè e caffè non provocano problemi alla salute dei reni. Lo studio, infatti, va sfatare l’idea secondo la quale i pazienti con calcolosi non dovevano bere tè o caffè in quanto fonti di sostanze dannose come l’ossalato.

Buone notizie, quindi, per coloro che soffrono di calcoli renali ma amano il tè e caffè; un po’ meno, invece, per chi preferisce bere le bibite gassate che, lo ricordiamo, sono anche un attentato per la linea, oltre che per la salute come ha dimostrato questo studio.

Ad esempio, 25 cl di Coca Cola contengono 110 calorie, mentre una lattina fino a 122 calorie; questi valori si equivalgono in cui la bevanda scelta sia la Pepsi. Qualche caloria in meno per l’aranciata gassata, tipo Fanta, con le sue 60 calorie circa per bicchiere e la Sprite che, invece, ne contiene 55 a bicchiere.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

 

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>