Calcoli renali, cibi da evitare

Chi soffre di calcoli renali deve stare attento all’alimentazione che aiuta a prevenirne la formazione o la ricomparsa. Esiste addirittura una lista di cibi da evitare redatta dall’American College of Physicians dopo aver analizzato tutta la letteratura scientifica sull’argomento dal 1948 al 2014. L’elenco è stato pubblicato sulla rivista Annals of Internal Medicine.

Un punto di partenza per evitare la ricomparsa dei calcoli, che nel 50% dei casi tornano entro 5 anni, è bere molto nell’arco della giornata. Chi beve già tanto invece può evitare di aumentare i liquidi assunti. Ecco i 10 alimenti da evitare o moderare secondo i medici.

Carne

Chi mangia carne è più soggetto alla formazione dei calcoli rispetti ai vegetariani. Non è necessario eliminarla completamente ma è bene moderarne il consumo.

Noci e nocciole

Frutta secca come nocciole, noci, mandorle e arachidi contengono ossalato che è un componente tipico dei calcoli renali.

Spinaci

Anche gli spinaci, e alcuni altri tipi di verdura come bietole, barbabietole e verza, sono ricchi di ossalato e quindi da moderare.

Da evitare del tutto o da limitare con decisione l’assunzione di tè.

Rabarbaro

Per gli stessi motivi bisogna prestare attenzione anche al rabarbaro, che di ossalato è molto ricco.

Cioccolato

Questa forse è una rinuncia più dolorosa per i golosi, ma il cioccolato non è indicato per chi è soggetto alla formazione di calcoli.

Fragole

Da dimenticare le fragole, con qualche rimpianto per chi ama molto questi frutti succosi e deliziosi.

Crusca di frumento

Contiene ossalato anche la crusca di frumento, contenuta spesso nei cereali da colazione e nei pani integrali, ed è quindi da eliminare dalla dieta anti-calcoli.

Kiwi

Da ridurre i kiwi mentre altri alimenti ricchi di vitamina C e potassio aiutano lo smaltimento del calcio e prevengono la formazione di calcoli.

Bevande zuccherate e gassate

Le bibite gassate e zuccherate non fanno bene ai calcoli e neanche alla sana alimentazione in generale quindi sono da eliminare completamente. Potete fare un’eccezione per quelle a base di frutta che contengono anche acido citrico, nemico dei calcoli.

Photo Credits | Poprotskiy Alexey / Lisovskaya Natalia / Abramova Elena / Alena Haurylik / Sea Wave / Maria Komar / Olena Kaminetska / minicase / Olha Afanasieva / Africa Studio / Charlie Edwards / Shutterstock.com

Lascia un commento