Arance, quando mangiarle per stare bene

Quando mangiare arance per stare bene? Questo frutto è uno dei migliori per mantenere al top la nostra salute. Ma se consumato in alcuni momenti della giornata può diventare nostro nemico.

Attenzione alla quantità di fruttosio

Niente di grave, ovviamente. La sola composizione nutrizionale dell’arancio basta a rassicurarci sul fatto che in linea generale, a meno di specifici problemi, questo frutto ci farà sempre bene.

I benefici del mangiare le arance sono immensi e molti risiedono nel carico di vitamine che nascondono. In particolare, a essere perfetta per la nostra salute, è la vitamina C capace, tra le tante cose, di rafforzare il nostro sistema immunitario. E quindi aiutarci nello sconfiggere malattie come l’influenza, raffreddore e le affezioni a carico del sistema respiratorio.

Le arance, tra le altre cose, sono molto ricche di antiossidanti e sali minerali e questo ci aiuta a combattere contro l’invecchiamento cellulare. Insomma, che ci facciano bene è assodato. Ma dobbiamo imparare a mangiarle nel momento giusto.

Quando sarebbe tale momento? Qualsiasi nel corso della giornata tranne che prima di andare a letto. Le arance, soprattutto d’inverno, sono frutti di stagione che non possono farci altro che bene. Se consumate però di sera rischiano di farci ingrassare e non farci dormire. Queste infatti contengono molto fruttosio che se consumato dopo cena non potrà essere bruciato e immagazzinandosi nel corpo concorrerà alla formazione di adipe.

Arance difficili da digerire

Altra motivazione per la quale è sconsigliato mangiare arance dopo cena è che come frutto è difficile da digerire. Sono diversi gli studi che hanno dimostrato come sia in grado di rallentare in modo rilevante la digestione. E se si soffre di problemi di stomaco la sua acidità e un altro problema da non sottovalutare.

Soprattutto di sera le arance e gli altri agrumi possono favorire il presentarsi di forti bruciori. Ragione per la quale ecco consigliato mangiare arance, mandarini e limoni a colazione o a merenda. In questo modo si potranno sfruttare i loro benefici ma senza incontrare problematiche.

Altro consiglio è quello di mangiarle crude ovviamente, a meno che non si vogliano aromatizzare delle pietanze con il loro succo. La frutta è da sempre parte di un regime alimentare bilanciato. Ma per quanto possa farci bene dobbiamo anche imparare a consumarla nel momento giusto onde evitare problemi. Per quel che concerne le arance la loro acidità può rivelarsi di difficile gestione insieme alla loro pesantezza.

Volete sfruttarne al meglio le qualità? Fatevi una bella spremuta a colazione.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento