Gli alimenti funzionali, cosa sono, a cosa servono

di Redazione

Si definiscono funzionali tutti quegli alimenti dei quali, a prescindere dalle proprie caratteristiche nutrizionali, è stata scientificamente dimostrata la capacità di influire positivamente su una o più funzioni fisiologiche dell’organismo e, quindi, di contribuire al mantenimento del benessere riducendo al contempo il rischio di insorgenza di quelle patologie legate allo stile di vita alimentare.

Le componenti cui gli alimenti funzionali devono la propria efficacia non sono però nutrienti ma sostanze che interagiscono in maniera più o meno selettiva con una o più funzioni fisiologiche dell’organismo quali antiossidanti, probiotici, fibre alimentari e prebiotici con il risultato di mantenere il buono stato di salute di soggetti sani ma non di portare alla risoluzione di specifiche patologie.

Più precisamente si ritiene che tali alimenti abbiano la capacità di rallentare l’invecchiamento cellulare combattendo i radicali liberi (è il caso degli alimenti ricchi di sostanze antiossidanti), rinforzare le difese immunitarie, migliorare le funzioni intestinali (alimenti ricchi di fibre alimentari), prevenire le patologie cardiovascolari.

Gli alimenti funzionali non vanno però confusi con gli alimenti dietetici (quelli cioè indicati dal medico per il trattamento di specifiche patologie) e con gli alimenti supplementati; non si tratta infatti di beveroni o pillole ma di alimenti tradizionali, consumati comunemente e acquistati direttamente dal consumatore, che fanno parte integrante di una comune dieta bilanciata.

Tra gli alimenti funzionali troviamo quindi molti dei cibi dei quali noi stessi vi abbiamo più volte parlato:

I pomodori che grazie alla presenza di licopene ci proteggono da alcuni tumori dell’apparato digerente e dal tumore alla prostata, i broccoli, i cavoli e cavoletti di Bruxelles dei quali sarebbero state ampiamente dimostrate le proprietà anti-tumorali, i legumi e la soia che contengono isoflavoni, sostanze in grado di prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari e il tumore alla mammella, carote, albicocche, vegetali a foglia verde che grazie al loro contenuto di carotenoidi ci proteggono dall’azione nociva dei raggi solari e sono in grado di contrastare i processi di invecchiamento precoce, i frutti rossi che esercitano una benefica azione sulla circolazione sanguigna.