10 trucchi per superare la prova costume a pieni voti

di Tippi Commenta

La bella stagione avanza, le giornate si allungano, l’inverno sembra già un lontano ricordo, ma… come la mettiamo con la prova costume? La domanda è legittima se pensiamo che all’estate mancano poco più di 2 mesi. Ecco, allora tutti i segreti per superare indenni o quasi la tanto temuta prova bikini!

  1. Evitare di saltare i pasti: non c’è nulla di più sbagliato per la perdita di peso e per la salute in generale. Al contrario di quello che si può essere tentati a credere, saltare i  pasti fa ingrassare! quando si salta 1 pasto, infatti, si va in ipoglicemia e questo scatena la produzione del cortisolo, l’ormone dello stress, che ha il compito di recuperare energie per il funzionamento del cervello dalla massa muscolare. Questo da un lato demolisce i muscoli (intaccando la tonicità) e dall’altro scatena la cosiddetta fame nervosa.
  2. Non eliminare i carboidrati. I carboidrati sono essenziali in un’alimentazione equilibrata e non vanno eliminati completamente, ma più semplicemente ridotti. Numerosi studi, inoltre, hanno dimostrato come una dieta povera di carboidrati danneggi il cuore e favorisca l’insorgenza dell’arteriosclerosi.
  3. Ridurre i dolci: i dolci e in generale gli zuccheri semplici comportano picchi di insulina, ormone che trasforma tali zuccheri in riserve di energia ovverosia grasso.
  4. Bere molta acqua: i nutrizionisti consigliano di bere almeno 1,5-2 litri d’acqua al giorno e per svariate ottime ragioni: aiuta a perdere peso in quanto smorza la fame (basta 1 bicchiere prima di ogni pasto); mantiene il corpo idratato; migliora l’aspetto della pelle e la digestione; aiuta ad eliminare le tossine accumulate; favorisce la diuresi e combatte la ritenzione idrica (spesso associata alla cellulite).
  5. Ridurre i formaggi a 2 volte a settimana: i formaggi sono una buona fonte di proteine e di calcio, tuttavia sono molto calorici e contengono quantità importanti di grassi saturi e colesterolo. Questo non significa che vanno eliminati, se assunti con moderazione, infatti, e alternati ai secondi piatti quali carne, pesce, uova e legumi non fanno ingrassare.
  6. Evitare alimenti con la stessa funzione nutritiva durante il pasto (es. mangiare pasta e pane assieme o pizza e pane).
  7. Preferire la cottura a vapore/in umido/griglia: la cottura a vapore in modo particolare è un metodo sano e dietetico per preparare gli alimenti, soprattutto il pesce e le verdure poiché permette di evitare i condimenti. Inoltre, cuocendo a temperature inferiori a 100°C le proprietà nutritive degli alimenti restano praticamente intatte.
  8. Sostituire parte del sale con le spezie e le erbe aromatiche. Il sodio, in quantità eccessive, è un temibile nemico per il cuore, ma anche per la silhouette, in quanto favorisce la ritenzione idrica, anticamera della cellulite. Fortunatamente esistono spezie e alimenti che sono degli ottimi sostituti del sale come l’erba cipollina, l’aglio, la paprika, il timo, la cipolla, l’origano, il cumino, i semi di sesamo, ecc.
  9. Inserire per ogni pasto 1 porzione di verdura: le verdure sono ricche di fibre e saziano senza far ingrassare. È risaputo che consumare un piatto di verdure, lesse o cotte che siano, prima del pasto è un’ottima abitudine, anche per perdere peso. La porzione, chiaramente, deve essere consistente, specie quando si decide si consumare l’insalata. Gli esperti consigliano almeno 50-60 g.
  10. Scegliere il costume giusto per il proprio fisico: questa regola è fondamentale! Se nonostante tutti gli sforzi fatti dovete nascondere un po’ di pancetta, via libera al costume intero. Da qualche anno ci si può sfiziare anche con questi modelli. Se invece avete le spalle strette e la vita larga (fisico a pera) scegliete un bikini a triangolo. Se avete il fisico a clessidra, con un seno generoso e la vita stretta, i 2 pezzi a fascia sono perfetti.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>