La Morning Banana Diet

 
Daniela
10 febbraio 2012
Commenta

Banana Diet  La Morning Banana DietNel mondo delle diete tematiche la regina è sicuramente lei: la Morning Banana Diet, una dieta di origine giapponese che sta facendo sempre più proseliti in quanto, pare, che permetta di perdere molti chili in poco tempo continuando a mangiare come sempre tranne per quanto riguarda la colazione che deve essere tassativamente a base di banane e acqua. Cerchiamo, quindi, di capire in cosa consiste la Morning Banana Diet.

Morning Banana Diet

Morning Banana Diet, la dieta delle banane al mattino, o meglio a colazione, è stata inventata dalla farmacista giapponese Sumiko Watanabe e, proprio grazie a questa dieta, sia lei che il marito avrebbero perso velocemente oltre 15 chili; inutile dire che, davanti a questi numeri, la dieta ha ottenuto subito un grande successo, anche grazie alle testimonianze di alcuni divi americani che hanno dichiarato di aver perso peso proprio grazie a questa dieta.

Morning Banana Diet, i principi

La Morning Banana Diet è estremamente semplice: la regola base è mangiare una banana a colazione e bere un bicchiere d’acqua tiepida, anche se quest’ultimo principio non è presente nella dieta originale. Volendo è possibile mangiare più di una banana a colazione, ma solo se ne sente veramente bisogno; la banana va mangiata cruda e non congelata, non bisogna aggiungere latte, caffè o yogurt, e va masticata più volte in modo da concentrarsi sul suo sapore.

A pranzo e a cena si può mangiare quello che si vuole, compreso il fritto ma non bisogna consumare dolci prima o dopo i pasti; non bisognerebbe cenare troppo tardi: le 18.00 sarebbero l’ora ideale o, al massimo, le 20.

L’unica bevanda concessa è l’acqua, meglio se minerale o filtrata e a temperatura ambiente; bisogna bere a piccoli sorsi e senza usarla per mandare giù il cibo; il vino e la birra sono permessi solo nelle occasioni sociali. Alle ore 15.00 si può mangiare uno snack dolce, come cioccolato o biscotti, oppure un frutto; da evitare, invece, noccioline, patatine fritte e gelato. Dopo cena è permesso un frutto a patto che non diventi un’abitudine.

Importante è anche non andare a letto dopo mezzanotte, anzi prima sarebbe meglio; l’attività fisica non è obbligatoria e va fatta solo se lo si desidera veramente e senza stressarsi; altamente consigliato, invece, è tenere un diario della dieta.

Morning Banana Diet La Morning Banana Diet

Morning Banana Diet, esempio di menù

Riassumendo in uno schema tutti questi principi ecco, in poche parole, com’è strutturato un menù della Morning Banana Diet:

Colazione: una o più banane e un bicchiere d’acqua tiepida
Pranzo e cena: a piacere (non mangiare dolci dopo i pasti)
Spuntino: uno intorno alle ore 15.00

Morning Banana Diet, pro e contro

Il motivo principale per cui la Morning Banana Diet ha tanti estimatori è che è estremamente facile da seguire, non è restrittiva ed è libera ed economica e, quindi, può essere seguita da tutti. Non ci sono vere e proprie controindicazioni nel seguire questa dieta se non il fatto che non è detto che funzioni: le banane sono indubbiamente frutti ricchi di fibre e vitamine, ed è vero che saziano, ma non sono miracolose: senza abbinarle ad una dieta ipocalorica e a della sana attività fisica, è difficile che permettano di perdere molto peso e anche velocemente.

Sicuramente, la Morning Banana Diet ha il pregio di non avere un menù fisso basato sul calcolo delle calorie o sul peso degli alimenti, ma per non ingrassare bisogna evitare di abbuffarsi pensando “tanto al mattino mangio solo una banana”, non a caso è la stessa dieta a sconsigliare l’assunzione di dolci prima e dopo i pasti. Inoltre, nelle successive rielaborazioni della Morning Banana Diet, sono gli stessi inventori a consigliare di consumare verdura e zuppe soprattutto a cena, in modo da far diventare la dieta una specie di regime alimentare disintossicante ma, ripetiamo: per avere una reale e duratura perdita di peso bisogna seguire un’alimentazione sana ed equilibrata e fare attività fisica naturalmente con il monitoraggio di un medico specialista.

 

Photo Credit: Thinkstock

 

 

Articoli Correlati
Lista Commenti