Verdura di stagione del mese di novembre, colore e bontà

di Tippi Commenta

Il mese di novembre è generoso di verdura, la scelta, infatti, non manca di certo e non sentirete la necessità di rincorrere prodotti fuori stagione. Per il bene della nostra salute, ma anche della terra e del portafogli, perché no, è sempre meglio preferire la frutta e la verdura di stagione.

L’importanza della frutta e della verdura nella nostra alimentazione è assolutamente indiscutibile, poiché sono ricche di sostanze antiossidanti e protettive, ma questo vale ancor di più se si tratta di prodotti di stagione. I motivi sono essenzialmente 2, uno di ordine prettamente nutrizionale, e uno di ordine ecologico. Quando, infatti, la verdura viene raccolta molto tempo prima di essere consumata (come accade per quella fuori stagione) perde alcune delle sue caratteristiche fondamentali, con una perdita qualitativa anche dal punto di vista del sapore.

La verdura di Novembre

  • Barbabietola
  • Bietola
  • Carciofo
  • Cardo
  • Carota da orto
  • Catalogna
  • Cavolfiore
  • Cavolo broccolo
  • Cavolo cappuccio
  • Cavolo rosso
  • Cavolo verza
  • Cicoria belga
  • Cicoria rossa
  • Cime di rapa
  • Coste
  • Erbette
  • Finocchio
  • Fave
  • Insalate
  • Lattuga da taglio
  • Melanzana
  • Radicchio pan di zucchero
  • Peperone
  • Porro
  • Radicchio comune
  • Radicchio di Castelfranco
  • Radicchio di Treviso
  • Rafano
  • Rape
  • Rucola
  • Scarola
  • Scorzabianca
  • Scorzanera
  • Sedano rapa
  • Spinaci
  • Spinaci invernali
  • Topinambour
  • Valeriana
  • Zucca

Come avrete avuto modo di vedere dalla lista, largo alle verdure della famiglia delle crucifere, come i cavoli, i broccoli, i cavolini di Bruxelles, il cavolfiore, il cavolo verza e la verza. Sono alimenti molto ricchi di vitamina C, fibra, e potassio, e di alcune sostanze ritenute anticancerogene. Sono altamente sazianti, contro un apporto calorico molto basso.

Tra le verdure a costa, ricche di sali minerali e sostanze disintossicanti, troviamo le bietole e la catalogna, ma all’appello non mancano la cicoria, nota per il suo potere depurativo, il finocchio. La novità più importante del mesi di novembre, tuttavia, è il carciofo, in tutte le sue varietà, 90 in tutto il mondo. E’ una delle piante più utili e salutari, con importanti proprietà terapeutiche. Il carciofo, infatti, svolge un’azione epatoprotettiva e antitossica, inoltre, aiuta a mantenere bassi i livelli dei trigliceridi.

Ricette con le verdure di novembre

Pasta e cavolfiore

Ingredienti per 3 persone:

  • 300 g pasta mista
  • 250 g cavolfiore
  • aglio
  • peperoncino
  • olio
  • basilico

Preparazione

Tagliate a pezzetti il cavolo e lavatelo. Mettetelo a cuocere in acqua fredda e sale nella pentola dove cucinerete la pasta. Per la pasta mista usate gli avanzi dei pacchi di pasta, preferibilmente che abbiano la stessa cottura. Quando l’acqua arriva a bollore aggiungete la pasta mista e portate a cottura. Nel frattempo fate soffriggere l’aglio e il peperoncino in un pentolino con l’olio. Fate dorare (ma non bruciare) l’aglio e il peperoncino. Scolate la pasta e rimettela nella pentola; versate sopra l’aglio, l’olio e il peperoncino e mescolate bene. Servite con alcune foglie di basilico per decorare il piatto.

Carciofi con bresaola

Ingredienti per 3 persone

  • 150 g di bresaola tagliata sottile
  • 2 carciofi grandi, puliti e privati delle foglie esterne più dure
  • olio extra vergine di oliva
  • succo di limone
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione

Tagliate i carciofi a lamelle molto sottili, e coprite le fette di bresaola disposte sul piatto di portata. Condite con una vinaigrette al limone. Per evitare che i carciofi anneriscano, dopo averli puliti, conservateli in una bacinella di acqua acidulata e tagliateli solo pochi attimi prima di servire.

Crespelle con radicchio e code di gambero

Ingredienti per 3 persone

  • 3 crespelle
  • 725 g di radicchio rosso di Treviso
  • 150 g di code di gambero sgusciato
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1/2 cipolla
  • 200 g di ricotta fresca
  • 150 g di parmigiano reggiano
  • 250 ml di panna
  • 15 g di burro
  • mezzo bicchiere di olio extra vergine d’oliva
  • 2 dita di vino bianco secco
  • sale e pepe q.b.

Fate rosolare in una padella con 2 cucchiai di olio la cipolla tritata e l’aglio. Aggiungete il radicchio lavato e tagliato a pezzetti. Unitevi le code di gambero sgusciate e tagliate a pezzetti. Sfumate con il vino e lasciate asciugare per 10 minuti. Salate e pepate e passate tutto nel tritatutto con la ricotta. Guarnite con il composto ottenuto le crespelle, che dovrete arrotolare a mo’ di fagottino. Disponetele in una placca imburrata e coperta con salsa composta dalla panna e dal grana grattugiato. Mettete in forno e gratinate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>