Tutti i segreti del Vol-au-vent: segreti e preparazione

I cestini di pasta sfoglia francesi tanto amati anche dagli italiani

I Vol-au-vent sono quegli invitanti e leggerissimi cestini di pasta sfoglia, spennellati con l’uovo e cotti in forno, ripieni delle salse più varie e serviti come antipasto o finger food. Prepararli è comodo e veloce e possono esser serviti con salsa rosa e gamberetti, oppure farciti con salmone, insalata russa e robiola o con la mousse di mortadella Bologna.

Vol-au-vent

Nascono in Francia intorno al XIX secolo e, oggi, sono tradizionalmente serviti come sfizioso antipasto, anche se possono essere presentati come primo piatto. Le salse e le creme che li farciscono sono le più varie: si va da una base di funghi, verdure e pesce, fino ad arrivare ai formaggi, alla mortadella e alla carne. La loro croccante pasta, avendo un gusto neutro, può essere anche sfruttata per la preparazione di dolci farciti con creme a base di frutta o cioccolato.

La ricetta

Oggi vi spieghiamo come preparare questi fragranti canestrini di pasta sfoglia da farcire con i ripieni più vari, che uniscono dolce e salato.

La ricetta dei Vol-au-vent è molto semplice. È possibile preparare la pasta sfoglia direttamente in casa ma se decidete di utilizzare la pasta sfoglia già pronta, acquistabile in qualsiasi supermercato, ridurrete notevolmente i tempi di preparazione dell’intera ricetta.

Dopo aver srotolato il primo disco di pasta sfoglia, utilizzate un tagliapasta circolare di 6 cm circa per ricavare dei dischetti, evitando di lasciare troppi avanzi di pasta. Ripetete la procedura anche per il secondo rotolo di sfoglia. Foderate una teglia con della carta forno e disponete al suo interno dieci dischetti di pasta sfoglia. Utilizzando un tagliapasta più piccolo, di 3-4 cm di diametro circa, praticate un foro centrale sui restanti dischetti per ottenere delle corone.

Dopo aver riempito i dieci dischetti con la crema salata o dolce che più preferite, bucherellateli con una forchetta, sbattete un uovo e utilizzatelo per spennellarli. Posizionate tre corone su ciascun disco, ricordandovi di spennellare con l’uovo sbattuto anche i bordi. Questa operazione ha una duplice funzione: non solo serve a consentire la caratteristica colorazione dorata dei Vol-au-vent ma serve, soprattutto, a fissare le corone. L’ultimo step consiste nella cottura.
Pre-riscaldate il forno a 200 gradi e lasciate cuocere i vostri vol-au-vent per almeno quindici minuti. Spegnete il forno solo quando appariranno gonfi e dorati.

Come più volte sottolineato, la particolarità dei Vol-au-vent è la possibilità di farcirli con creme diverse.
La nostra farcitura preferita è la mousse di Mortadella Bologna IGP che è cremosa e delicata, oltre che estremamente semplice da preparare. Non necessita di cottura e rappresenta la giusta alternativa per chi non vuole rinunciare al gusto e all’eleganza a tavola.

Vol-au-vent con Mousse di mortadella

Vi basteranno davvero pochi ingredienti per la preparazione della mousse di mortadella per il ripieno dei Vol-au-vent: mortadella, formaggio spalmabile, Grana Padano grattugiato e latte. Ma attenzione: la parola d’ordine è qualità. È, infatti, indispensabile per la riuscita della ricetta usare materie prime eccellenti. È tutto un gioco di equilibrio tra i sapori, volto a rendere la mousse di Mortadella una ricetta semplice ma perfetta nella sua semplicità.

I Vol-au-vent ripieni di mousse di Mortadella Bologna riusciranno a stupire i vostri ospiti, regalando loro un antipasto delizioso e scenografico, in grado di conquistare grandi e piccini.

Lascia un commento