Trucchi per smaltire le calorie dopo un pasto troppo abbondante

di Redazione

Può capitare a tutti di esagerare a tavola e per i motivi più disparati, poi però arrivano le lacrime di coccodrillo e il conto da pagare… ci si sente gonfi, pesanti e di guardarsi allo specchio nemmeno se ne parla. Come rimediare, allora ad un pasto luculliano? Ecco, qualche trucco per smaltire le calorie dopo un’abbuffata.

Se si è mangiato troppo, la prima regola è favorire la digestione evitando di addormentarsi, anche se il richiamo del letto è forte… e di stare seduti. L’idea è fare movimento, ma senza eccedere anche perché un’intensa attività fisica, contrariamente a quanto si può immaginare, sottrae energie al processo di metabolizzazione. Basta, infatti, una semplice passeggiata. Camminare, inoltre, ci permette di bruciare calorie, soprattutto se lo facciamo a passo svelto. Ad esempio, una passeggiata a ritmo sostenuto di 1 ora consente di bruciare 228 Kcal.

Se a casa avete un cyclette può essere altrettanto efficace come camminare. Il calcolo della calorie è molto semplice anche perché sul display potrete controllare il consumo effettivo. Mediamente, una persona di 60 chili brucia 210 Kcal in 30 minuti ad intensità moderata, se si prolunga la pedalata per 1 ora, sempre ad intensità moderata, si bruciano ben 420 Kcal.

Se il senso di gonfiore e pesantezza persiste anche il giorno dopo, il rimedio migliore è fare attività fisica. Va benissimo sia la cyclette ad alta intensità che una bella corsa in casa, all’aperto o in palestra, l’importante è sudare! In questo modo, infatti, eliminerete le tossine accumulate. E’ opportuno seguire anche un piano alimentare depurativo:

  • Prima colazione: 1 yogurt magro con 2 cucchiai di crusca d’avena e 1 caffè senza zucchero
  • Spuntino: 1 pompelmo
  • Pranzo: 150 g di tacchino ai ferri, condito con aromi, un piatto di insalata e pomodori e 1 fetta di pane integrale.
  • Merenda: 1 mela
  • Cena: 120 g di pesce magro tipo merluzzo o nasello, con un’insalata di rucola e pomodorini e 1 fetta di pane integrale.

Se si è mangiato troppo, la prima regola è favorire la digestione evitando di addormentarsi, anche se il richiamo del letto è forte… e di stare seduti. L’idea è fare movimento, ma senza eccedere anche perché un’intensa attività fisica, contrariamente a quanto si può immaginare, sottrae energie al processo di metabolizzazione. Basta, infatti, una semplice passeggiata. Camminare, inoltre, ci permette di bruciare calorie, soprattutto se lo facciamo a passo svelto. Ad esempio, una passeggiata a ritmo sostenuto di 1 ora consente di bruciare 228 Kcal.

Se a casa avete un cyclette può essere altrettanto efficace come camminare. Il calcolo della calorie è molto semplice anche perché sul display potrete controllare il consumo effettivo. Mediamente, una persona di 60 chili brucia 210 Kcal in 30 minuti ad intensità moderata, se si prolunga la pedalata per 1 ora, sempre ad intensità moderata, si bruciano ben 420 Kcal.

Se il senso di gonfiore e pesantezza persiste anche il giorno dopo, il rimedio migliore è fare attività fisica. Va benissimo sia la cyclette ad alta intensità che una bella corsa in casa, all’aperto o in palestra, l’importante è sudare! In questo modo, infatti, eliminerete le tossine accumulate. E’ opportuno seguire anche un piano alimentare depurativo:

  • Prima colazione: 1 yogurt magro con 2 cucchiai di crusca d’avena e 1 caffè senza zucchero
  • Spuntino: 1 pompelmo
  • Pranzo: 150 g di tacchino ai ferri, condito con aromi, un piatto di insalata e pomodori e 1 fetta di pane integrale.
  • Merenda: 1 mela
  • Cena: 120 g di pesce magro tipo merluzzo o nasello, con un’insalata di rucola e pomodorini e 1 fetta di pane integrale.

Se si è mangiato troppo, la prima regola è favorire la digestione evitando di addormentarsi, anche se il richiamo del letto è forte… e di stare seduti. L’idea è fare movimento, ma senza eccedere anche perché un’intensa attività fisica, contrariamente a quanto si può immaginare, sottrae energie al processo di metabolizzazione. Basta, infatti, una semplice passeggiata. Camminare, inoltre, ci permette di bruciare calorie, soprattutto se lo facciamo a passo svelto. Ad esempio, una passeggiata a ritmo sostenuto di 1 ora consente di bruciare 228 Kcal.

Se a casa avete un cyclette può essere altrettanto efficace come camminare. Il calcolo della calorie è molto semplice anche perché sul display potrete controllare il consumo effettivo. Mediamente, una persona di 60 chili brucia 210 Kcal in 30 minuti ad intensità moderata, se si prolunga la pedalata per 1 ora, sempre ad intensità moderata, si bruciano ben 420 Kcal.

Se il senso di gonfiore e pesantezza persiste anche il giorno dopo, il rimedio migliore è fare attività fisica. Va benissimo sia la cyclette ad alta intensità che una bella corsa in casa, all’aperto o in palestra, l’importante è sudare! In questo modo, infatti, eliminerete le tossine accumulate. E’ opportuno seguire anche un piano alimentare depurativo:

  • Prima colazione: 1 yogurt magro con 2 cucchiai di crusca d’avena e 1 caffè senza zucchero
  • Spuntino: 1 pompelmo
  • Pranzo: 150 g di tacchino ai ferri, condito con aromi, un piatto di insalata e pomodori e 1 fetta di pane integrale.
  • Merenda: 1 mela
  • Cena: 120 g di pesce magro tipo merluzzo o nasello, con un’insalata di rucola e pomodorini e 1 fetta di pane integrale.

Photo Credit| Thinkstock