Tonno al monossido: quali pericoli per la salute

di Claudia Commenta

 Abbiamo tante volte parlato dell’importanza di consumare il pesce durante una dieta equilibrata e delle tante proprietà del pesce. Sono ormai noti gli innumerevoli vantaggi che si ottengono da una dieta che prevede una frequenza di consumo settimanale di pesce maggiore rispetto alle carni rosse e molte le persone che preferiscono consumare il pesce all’interno del proprio regime alimentare.

E’ importante stare sempre molto vigili quando si acquistano gli alimenti, specie se si tratta di alimenti a rischio truffa. Le cronache italiane hanno, infatti, messo in guardia dall’ultima frode internazionale e nazionale: il finto pesce fresco. Questa frode ha puntato su una delle caratteristiche del pesce fresco, il colore del pesce: la truffa riguarda il trattamento del tonno a pinna gialla con delle sostanze che donano al pesce un colore rosso vivo.

Il colore del tonno appena pescato è molto rosato ma nel giro di poco tempo, per effetto dell’ossigeno presente nell’aria, tende ad assumere naturalmente una colorazione leggermente più scura. I tonni trattati hanno invece una colorazione rosso vivo per via della presenza di una sostanza, il monossido di carbonio che dona al pesce un aspetto più appetibile facendolo apparire fresco. La pericolosità sta nel fatto che la sua presenza potrebbe nascondere altre alterazioni prodotte da una lunga e cattiva conservazione del prodotto, è possibile che il pesce trattato fosse già andato a male e avesse già sviluppato microrganismi dannosi per la salute.   

Un altro aspetto da considerare è l’eventuale presenza di altre sostanze, in genere utilizzate insieme al monossido, come per esempio l’istamina, sostanza in grado di scatenare reazioni allergiche di grande entità. La presenza di istamina può causare, specie in soggetti ipersensibili, reazioni quali forti irritazioni cutanee, problemi gastrointestinali, problemi respiratori e anche shock anafilattico.

Attenzione quando comprate il tonno surgelato perchè, sebbene ci siano dei controlli alle frontiere, per impedirne l’importazione, non si può escludere la presenza di questo tonno nel commercio. Anche in questo caso vale la regola della fiducia: acquistare gli alimenti nei negozi e supermercati di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>