SmartQsine per evitare dispense piene di golosità

di Redazione Commenta

Mantenere la forma è anche questione di disponibilità di un certo prodotto, magari ricco di zuccheri, grassi e tremendamente goloso. Per avere una dispensa a prova di tentazioni, oggi si può preordinare SmartQsine un sistema di gestione della dispensa da remoto. Ma come funziona e come può esserci utile?

Guardiamo subito il video che spiega il funzionamento di SmarQsine:

Ma i casi in cui questa applicazione collegata alla bilancia pesa alimenti e pesa scorte, sono molto più numerosi. Chi è a dieta sa per esempio che il digiuno è sconsigliato per la perdita di peso, anzi può essere dannoso. Peccato che se arrivati all’ora dei pasti ci si accorge che manca l’ingrediente essenziale, occorra trovare delle alternative che non sempre contribuiscono a mantenere la linea.

Con SmarQsine il problema è risolto in partenza. E la genialità di questo sistema è tutto nella semplicità del funzionamento. In pratica tutto si basa sul collegamento della bilancia elettronica wi-fi con l’applicazione per smartphone e tablet. Quando si fa la spesa bisogna catalogare le scorte, mettendole sulla bilancia e spiegando che sono disponibili al 100%. Poi si possono dimenticare e consultare le informazioni soltanto a richiesta o in base ad alert predefiniti.Se per esempio si è in un supermercato si può chiedere a SmartQsine il livello delle barrette ipocaloriche o del latte di soia o degli altri elementi essenziali della dieta per sapere se vanno ricomprati o meno.

Si può anche stabilire di ricevere una segnalazione quando alcuni elementi scendono sotto la soglia percentuale critica. Oppure si può personalizzare l’applicazione facendo sì che in mancanza di un alimento, sia inviata la segnalazione a chi in casa si occupa della spesa o a chi, avendo attivato il sistema GPS, è più vicino al punto vendita.

La lista della spesa si autocompone e l’operazione ci rende la vita migliore e la dieta più semplice, evitando sprechi e acquisti inutili.

Gli ideatori di SmarQsine stimano che dopo la raccolta fondi di marzo si proceda con il perfezionamento del sistema arrivando alla produzione e alla consegna dei prodotti già in agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>