Il caffè protegge le donne dalla depressione

di Mariposa Commenta

Il caffè è un vero oro nero e negli ultimi anni è stato rivalutato. Ha davvero numerosi benefici, anche se è bene non dimenticarsi che è carico di alcune controindicazioni, come l’aumento della pressione, l’eccitazione e quindi la carenza di sonno. Un nuovo studio osservazionale pubblicato su “Archives of Internal Medicine” evidenzia che le donne che bevono due o più tazze al giorno di caffè sembrerebbero avere minori probabilità di andare incontro a fenomeni di depressione.

 

caffé

Il caffè regola quindi l’umore. La ricerca è stata effettuata su oltre 50mila infermiere americane di circa 63 anni, che al momento dell’avvio della ricerca non presentavano sintomi legati alla malattia. Al campione è stata effettuata la somministrazione di questionari centrati sul personale consumo di caffè e bevande contenenti caffeina nel periodo tra il 1980 e il 2004.

Che cosa è emerso? Le donne che avevano consumato due o tre tazze di caffè al giorno avrebbero evidenziato una minore probabilità (15%) di sviluppare problemi depressivi rispetto a coloro che avevano bevuto al massimo una tazza di caffè a settimana. Le donne che ne avevano bevuto almeno quattro al giorno avrebbero mostrato un rischio inferiore del 20%.

L’ottima notizia è che questi risultati sono stati confermati dalla Sisa, Società italiana di scienza dell’alimentazione, che già da tempo sostiene che il caffè possa far bene. Migliora infatti la concentrazione, l’attenzione e prontezza dei riflessi. Come sempre è molto importante non esagerare, perché il troppo fa male. I pazienti depressi quindi possono bere caffè ciò che conta è fare attenzione che questa sostanza non interferisca con i farmaci antidepressivi.

Photo Credits | Shuttestock / frappee